Home Veneziano Miranese Sud Continuano le segnalazioni a Mirano: rifiuti e abbandoni abusivi

Continuano le segnalazioni a Mirano: rifiuti e abbandoni abusivi

Continuano, anzi aumentano nel Miranese gli abbandoni di rifiuti e Veritas schiera i suoi ispettori per cercare di contrastare l’odioso fenomeno: l’ultimo episodio a Ballò di Mirano, ha visto multata una donna che aveva abbandonato cianfrusaglie nell’isola ecologica del cimitero.

Rifiuti Mirano

La serie continua, con gli incivili che approfittano della situazione di emergenza sanitaria in atto per liberarsi di oggetti, in alcuni casi addirittura svuotare soffitte e cantine, abbandonando i rifiuti dove capita. Segnalazioni arrivano da Mirano, Santa Maria di Sala, Spinea, ma nessun comune nel Miranese e nemmeno della vicina Riviera del Brenta sembra indenne.

Rifiuti a Mirano, parla Veritas

Veritas conferma che i casi, in questo periodo, sono in aumento, proprio perché c’è chi sta approfittando del coprifuoco generale per liberarsi di rifiuti, in particolare quelli ingombranti: “L’abbandono dei rifiuti – spiega la multiutility- oltre a essere una contravvenzione alle norme e ai regolamenti comunali, non rientra in alcuna categoria di necessità come quelle consentite dai decreti e dalle ordinanze, anche se in questo momento sono chiusi gli ecocentri e sospesi gli ecomobili a causa del Coronavirus”. E non si rischia solo la multa: Veritas ha informato infatti che gli ispettori ambientali continueranno a controllare il territorio e a multare chi abbandona rifiuti e ingombranti, ma oltre alla sanzione potranno segnalare gli autori dell’abbandono alle forze dell’ordine, anche per non aver rispettato le limitazioni alla mobilità previste dal decreto “Io resto a casa”. Si rischia dunque la denuncia e sanzioni, per cui tra l’altro di recente il Governo ha annunciato un inasprimento.

(f.d.g.)

Le più lette