Home Veneziano Cavarzere Coronavirus, Cavarzere: “Mascherine, fuori luogo le polemiche”

Coronavirus, Cavarzere: “Mascherine, fuori luogo le polemiche”

Il primo cittadino di Cavarzere risponde ai rilievi mossi da alcuni residenti sulla qualità dei presidi gratuiti per il Coronavirus

Mascherine
Mascherine

“La Protezione Civile ci ha dato una grande mano per quanto riguarda la distribuzione delle mascherine donate da una ditta alla Regione del Veneto, nonostante le molte perplessità sollevate riguardo la loro fattura” ha dichiarato il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi, e proprio su quest’ultime ci ha tenuto a fare il punto.

Coronavirus, il sindaco di Cavarzere: “Non è il momento della polemica”

“Partiamo dal presupposto che non è il momento della polemica, ma dovremmo essere uniti in un unico obiettivo per uscire quanto prima da questa catastrofe. Detto ciò, penso che ogni cittadino abbia il diritto di esprimere la sua opinione al riguardo, ma penso che questo non sia il momento per lamentarsi della qualità dei presidi” ha sottolineato Tommasi riguardo le polemiche insorte da parte della cittadinanza che lamentava una scarsa fattura delle mascherine consegnate.

“C’è un’azienda, veneta oltretutto, che ha convertito la sua produzione per produrre 2 milioni di protezioni da regalare ai cittadini del Veneto. Non sono un presidio medico ma vogliono essere una protezione, una barriera, da usare al bisogno – ha continuato Tommasi -. Siccome non sono dovute e sono oltretutto regalate direi che gratitudine e riconoscenza dovrebbero essere scontate, anche per rispetto e nei confronti di chi si è adoperato per confezionare migliaia di queste mascherine, non dieci, ma migliaia, e farle recapitare direttamente nelle abitazioni”.

Si tratta di un lavoro enorme, come se non ce ne fosse già abbastanza in questo periodo, e una parte della cittadinanza non sembra essersene interamente resa conto – ha concluso il sindaco -. Nessuno è obbligato comunque a riceverle, pertanto chi non le volesse può tranquillamente rifiutarle e lasciarle a chi ne ha sicuramente più bisogno”.

Erika Masiero

Le più lette