Home Veneziano Riviera del Brenta Coronavirus, Confcommercio città Riviera del Brenta: "Aiuti concreti e regole certe"

Coronavirus, Confcommercio città Riviera del Brenta: “Aiuti concreti e regole certe”

Confcommercio città Riviera del Brenta parla della situazione dei commercianti, segnata da incertezza in un momento molto difficile a causa dell’emergenza Coronavirus

Alessandro Biasiolo
Alessandro Biasiolo

“Il settore è allo stremo per tutti i motivi che conosciamo. Per alcuni commercianti, non esistono al momento neanche prospettive per la ripartenza e mancano regole chiare”. Sono queste le parole di Alessandro Biasiolo coordinatore della Confcommercio città Riviera del Brenta.

“Contributi non ce ne sono, prestiti fanno fatica ad essere erogati: la situazione è davvero complicata – continua Biasiolo -. La categoria pretendeva certamente qualcos’altro. Negozi e pubblici esercizi sono chiusi da tre mesi senza regole chiare e senza sussidi e senza aiuti concreti”.

Coronavirus, Confcommercio città Riviera del Brenta: “Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti”

“I commercianti chiedono regole chiare e certe, perché dpcm e ordinanze regionali vengono spesso in contrasto tra loro. La liquidità, attraverso i prestiti, c’è solo sulla carta, ma nella realtà non c’è. Noi vorremo anche sospensioni contributive e di tasse perché chiedere di pagare a giugno tutto è una vera follia. Abbiamo bisogno di aiuti concreti e regole certe – conclude -! La categoria è pronta a fare tutto ciò che è necessario, ma abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, dai consumatori alle istituzioni”.

Le più lette