Home Padovano Padova Nord Coronavirus, il sindaco di Cadoneghe ammaina la bandiera dell’Unione Europea

Coronavirus, il sindaco di Cadoneghe ammaina la bandiera dell’Unione Europea

Il sindaco di Cadoneghe spiega: “Niente bandiera dell’Unione Europea finché Bruxelles non dimostrerà un po’ più di solidarietà per il Coronavirus”

Il sindaco di Cadoneghe Schiesaro

Prima il tributo ai morti con il tricolore esposto a mezz’asta. Subito dopo ha tolto la bandiera dell’Europa. Addio stelle dell’Unione su sfondo blu dal municipio di Cadoneghe “almeno finché Bruxelles non dimostrerà quel po’ di solidarietà spesso sventolata solo a parole” Marco Schiesaro è stato tra i primi cittadini protagonisti della “rivolta delle bandiere”.

Tanti i sindaci che, come lui, come Schiesaro, hanno deciso di togliere la bandiera europea in segno di protesta contro un’Europa che non ha aiutato i Paesi UE falcidiati dalla pandemia di Covid 19.

Coronavirus, via da Cadoneghe la bandiera dell’Unione Europea: parla il sindaco

“Prima ho indossato la fascia tricolore, osservando un minuto di silenzio con la bandiera esposta a mezz’asta, a ricordo chi non c’è più, di chi soffre, di chi è malato – spiega Schiesaro -. E ho invitato anche i miei cittadini a osservare, dalle proprie case, un minuto di silenzio. So che lo hanno fatto in tanti: un piccolo grande segno di vicinanza, solidarietà, vera cittadinanza. Poi, dallo stesso balcone, ho tirato via la bandiera europea. Restano solo quelle dell’Italia e del Veneto, almeno finché l’Europa non si deciderà ad aiutare il nostro Governo e il nostro popolo a superare la più grande crisi dal Dopoguerra. Non mi sento”antieuropeista”: non è per questo che ho ammainato le dodici stelle, ma perché i nostri nonni non hanno versato il loro sangue in guerra per veder riconsegnare l’Europa per la terza volta ai tedeschi!”. Un plauso è arrivato dal leader della Lega Matteo Salvini che su Twitter ha pubblicato il video di Schiesaro mentre “decide di sospendere in modo pacato ma appassionato” la bandiera UE che “in queste settimane si è dimostrata vicina agli interessi di burocrati, di banche e di potentati finanziari, lontanissima dal grido di dolore dei popoli che l’hanno fondata, tra cui gli italiani”.

Critico il Pd: “in questo momento così grave qualcuno sta soffiando sul fuoco del malcontento e della paura per raccogliere facili consensi, cavalcando anche l’epidemia sanitaria per farsi propaganda”. Nicoletta Masetto

Le più lette