Home Padovano Coronavirus, Polverara: in dono 900 pacchetti di mascherine dalla ditta Ventidue

Coronavirus, Polverara: in dono 900 pacchetti di mascherine dalla ditta Ventidue

Ai tempi dei Coronavirus le iniziative di solidarietà sono tante. Gesti ancor più encomiabili quando a venire offerto è il dispositivo di protezione al momento più ricercato.

Polverara

Ben 900 pacchetti da 20 fazzoletti-mascherine “nappmask” ciascuno sono stati donati al Comune di Polverara dalla ditta Ventidue Srl di Ulisse Bellesso, azienda di Bovolenta specializzata nella produzione di tovaglioli e tovaglie monouso per la ristorazione. Altrettanti ne sono stati acquistati dal Comune.

A questi si aggiungono le mascherine donate da Grafiche Venete alla Regione. I dispositivi (che non sono presidi medici ma schermi protettivi che aiutano a proteggere le vie aeree, fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza di almeno un metro tra le persone) sono stati distribuiti dai nove volontari della protezione civile municipale a tutte le famiglie del Comune.

Dal 24 marzo, nell’arco di una settimana, sono state raggiunte tutte le abitazioni di Polverara e Isola dell’Abbà. Ad ogni famiglia è stato consegnato un kit che comprende una mascherina per ogni componente del nucleo familiare (quindi 1 a persona) più una fornitura di 20 pezzi in nappmask (1 confezione da 20 per ogni famiglia).

Coronavirus, Polverara: in dono le mascherine dalla ditta Ventidue, parla il sindaco

“In questo modo abbiamo cercato di dare ai cittadini un po’ di autonomia nell’utilizzo delle mascherine, vista la difficoltà di reperirle sul mercato – ha spiegato il sindaco Alice Bulgarello. – La ditta Ventidue – ha aggiunto il primo cittadino – in questo momento ha riconvertito l’azienda nella produzione di fazzoletti-mascherine monouso e per la donazione che ha fatto al nostro Comune mi sento in dovere di esprimere un caloroso ringraziamento per questo grande gesto di generosità, a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale”. Sempre a Polverara è attivo un servizio per la spesa a domicilio dedicato alle persone over 65 o immunodepresse alle quali è sconsigliato uscire di casa. La gestione è affidata a cinque volontari, partecipa il Comune con l’associazione Noi, e la spesa viene effettuata principalmente nei negozi del paese. Per richiederla si può chiamare il numero 320.4629352. Si fissa un appuntamento con un incaricato munito di tesserino per consegnare la lista della spesa del denaro per gli acquisti (massimo 70 euro). In giornata si riceve il tutto a casa. “Abbiamo a cuore la salute dei nostri cittadini, per questo – ha ricordato il sindaco Bulgarello – chiediamo a tutti, ancora una volta, di rimanere a casa: è questo il modo più veloce per ridurre la diffusione e il contagio”.

Martina Maniero

Le più lette