Home Padovano Padova Nord Coronavirus, Protezione Civile di Curtarolo: “Noi ci siamo”

Coronavirus, Protezione Civile di Curtarolo: “Noi ci siamo”

Il gruppo della Protezione Civile di Curtarolo è composto da 15 volontari, molti dei quali giovani, che prestano i loro servizi sotto il coordinatore Vito Romanato.

Protezione Civile di Curtarolo

Si tratta di un gruppo storico attivo da molti anni, composto da professionisti che hanno operato in altre situazioni di emergenza a livello nazionale. “Abbiamo cominciato ad operare da subito per supportare la popolazione colpita dall’emergenza Coronavirus. Inizialmente ci siamo occupati di avvisare la popolazione dei rischi cercando di limitare l’uscita delle persone e ancora oggi stiamo continuando con le operazioni di sorveglianza del territorio” ha dichiarato il caposquadra della protezione Civile di Curtarolo Tommaso Cabrele.

Coronavirus, parla la Protezione Civile di Curtarolo

“Siamo stati tra i primi ad attivarsi per il servizio di spesa e farmaci a domicilio in modo da aiutare tutte quelle persone che non hanno possibilità di uscire e non hanno legami familiari che possano venire loro in aiuto. Come tutti ci siamo adoperati nella distribuzione delle mascherine. – ha continuato Cabrele -. La nostra sede rimane presidiata ogni giorno. In questo periodo è stato davvero gratificante sentire la vicinanza della popolazione. Abbiamo ricevuto lettere, una in particolare che abbiamo deciso di appendere in bacheca da parte di una bambina e della sua famiglia”.

Tramite un Iban comunale è stata predisposta la possibilità di sostenere la Protezione Civile di Curtarolo, dopo le innumerevoli richieste pervenute dai cittadin. È possibile effettuare una donazione all’Iban IT61Z0306912117100000046019 con la causale “Contributo Protezione Civile”.

“Abbiamo ricevuto recentemente due cospicue donazioni da parte di due soggetti che vogliono rimanere nell’anonimato – ha concluso Cabrele -. Questa per noi è manna dal cielo, poiché, nonostante la vicinanza della comunità e della Regione, c’è sempre la necessità di aggiornare il nostro materiale di protezione individuale”. (e.m.)

Le più lette