Home Rodigino Coronavirus, Rovigo: una task force in aiuto della comunità

Coronavirus, Rovigo: una task force in aiuto della comunità

Diverse le manovre messe in atto dall’amministrazione comunale di Rovigo per aiutare le persone in difficoltà a causa del Coronavirus

coronavirus
coronavirus

Edoardo Gaffeo, da sindaco del Comune capoluogo del Polesine, ha attivato una task force pro comunità di Rovigo, in seguito all’emergenza Coronavirus. Quasi subito sono arrivati provvedimenti, quali: parcheggi gratuiti, proroga dei permessi, agevolazioni per le scadenze di affitti e imposte.

Coronavirus, Rovigo: le misure messe in atto dal Comune

“La giunta ha attuato un piano di manovre, per semplificare la vita quotidiana dei cittadini, dando al contempo un aiuto alle attività commerciali che stanno vivendo un momento nero. La nostra manovra prevede sosta libera e gratuita su tutto il territorio comunale, negli spazi blu, ossia quelli contrassegnati come a pagamento (recependo una richiesta del consigliere di minoranza Antonio Rossini, ndr) ; la proroga delle autorizzazioni alla sosta libera nelle cosiddette Zone a traffico limitato e nelle aree pedonali, compresi i permessi per i disabili in scadenza dalla data di entrata in vigore del provvedimento e fino al termine della situazione emergenziale. Inoltre, per le locazioni e le concessioni di unità immobiliari, di proprietà comunale, è prevista la proroga del pagamento delle rate non ancora saldate relative al 2020, fino al 30 giugno, senza alcun tipo di more e interessi. Anche per tutti gli altri canoni di locazione e concessione, relativi a beni immobili, con scadenze previste nel primo semestre dell’anno, la proroga senza more e interessi è stata fissata al 30 giugno”.

Stessa scadenza anche per i canoni di concessione di servizi. Importantissime novità sono giunte in extremis, per quello che riguarda il bilancio di previsione. Proprio in vista della sua approvazione, i gruppi di maggioranza consiliare, hanno proposto, con apposito emendamento depositato a fine marzo, alcune modifiche al bilancio predisposto ai primi di marzo, istituendo un capitolo di spesa, pari a 400.000 euro, da utilizzare per far fronte all’emergenza Covid 19. A questo importo vanno aggiunti i 270.000 euro, assegnati dal Ministero dell’Interno e contabilizzati nel bilancio del Comune, relativi alle misure urgenti di solidarietà alimentare.

“E’ un’altra manovra molto significativa – spiega Gaffeo – Che abbiamo fortemente voluto, per far fronte all’emergenza straordinaria e alle esigenze della città, senza escludere la possibilità di destinare ulteriori cifre che si rendessero disponibili nel corso dell’anno. Ci stiamo adoperando anche utilizzando i contributi statali, perché i rodigini hanno bisogno di un supporto straordinario”.

Marco Scarazzatti

Le più lette