Home Politica Coronavirus, Veneto: in azienda arriva il “Covid Manager"

Coronavirus, Veneto: in azienda arriva il “Covid Manager”

Maurizio Conte mette in guardia contro il “caro mascherine” e chiede un accordo con la grande distribuzione per calmierare i prezzi, mentre la regione mette a punto nuove regole per ripartire

Coronavirus
Coronavirus

Affrontare la “fase 2” con tutti gli strumenti necessari per partire in sicurezza, rispettando le indicazioni degli esperti e tutelando tutti coloro che animano il mondo produttivo. Mentre la sanità continua la sua battaglia quotidiana per arginare i contagi e guarire i pazienti colpiti dal coronavirus, il mondo delle imprese si è preparato ad affrontare la ripartenza, fissata dagli inizi di maggio. Non sarà un percorso semplice, anzi le incognite saranno all’ordine del giorno, insieme ad un radicale cambio di prospettiva che impone nuovi protocolli, nuove attenzioni e anche nuove competenze.

Parte da questa necessità il progetto “Fase 2” messo a punto dalla Regione per dare un supporto alle aziende nel percorso di riapertura attraverso una serie di linee guida di prevenzione per garantire la salute pubblica attraverso il “manuale della riapertura”. Il tutto è stato “testato” su una ventina di aziende del territorio per un numero complessivo di 3 mila lavoratori, per raccogliere precise indicazioni epidemiologiche, organizzative e di processo per aggiornare passo dopo passo il “manuale”.

Coronavirus Veneto, la parola alle istituzioni

“E’ ormai chiaro che con questo virus si deve imparare a convivere, – osserva il Presidente della Regione Luca Zaia – perché ne avremo a che fare a lungo. Ma l’economia, nel frattempo, non può e non deve morire. Con questo Piano riteniamo di aver equilibrato due esigenze primarie come la salute della gente e la ripresa del lavoro. Abbiamo pensato prima di tutto ai lavoratori, perché saranno loro il vero cuore della ripartenza e per nessun motivo al mondo dovranno essere esposti a rischi inutili”. Il manuale prevede tre fasi: l’individuazione in ogni azienda di un Covid- Manager come figura di riferimento dell’intero processo; la definizione di un Piano aziendale dei “rischi Covid”; la definizione e applicazione rigorosa di dieci indicazioni operative da attuare in azienda.

“Alle aziende non faremo mancare supporto diretto e assistenza medico-scientifica”, ricorda l’assessore alla sanità Manuela Lanzarin. Intanto il consigliere regionale Maurizio Conte (Forza Italia), sottolinea che “anche in questa occasione il Veneto può rappresentare un modello da copiare, ma dobbiamo fare attenzione a chi vuole lucrare su questa emergenza”. A partire dal rincaro dei prezzi di prodotti che nei prossimi mesi saranno indispensabili, come mascherine, guanti e igienizzanti. Conte chiede pertanto di “istituire un tavolo di confronto regionale con i soggetti della grande distribuzione e le associazioni dei consumatori al fine di determinare un indicatore di valore per questi prodotti con eventuali riferimenti circa l’indicazione di una percentuale da applicarsi rispetto ai prezzi di acquisto e di vendita”.