Home Veneto Attualità Coronavirus Veneto, Zaia aggiorna l'ordinanza

Coronavirus Veneto, Zaia aggiorna l’ordinanza

Il presidente Zaia ha firmato un’ordinanza nuova, che revoca quella annunciata ieri, per la fase 2 del corovanirus in Veneto

“In via del tutto irrituale, ed esclusivamente per introdurre un elemento di assoluta semplificazione e chiarezza, il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, non ha firmato oggi un’ordinanza aggiuntiva alla nr. 44 di ieri, bensì una nuova ordinanza sostitutiva, che ne replica i contenuti, ne ricomprende tutti gli articoli e vi aggiunge le misure adottate oggi. Pertanto l’ordinanza nr. 44 del giorno 3 maggio 2020 è da considerarsi revocata.” scrive in serata una nota della Regione.

Nuova ordinanza in Veneto per la fase 2: cosa cambia

Tra le novità dell’ordinanza, valida fino al 17 maggio,  la possibilita’ per i cantieri che non hanno mensa aziendale di potersi servire per il pranzo in ristoranti vicini, previa convenzione, in modalita’ da asporto e garantendo le misure di sicurezza per la consegna.

Consentito l’accesso ai locali di qualsiasi attivita’, comprese quelle sospese, per lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione. Il ritiro del cibo da asporto presso take away, alimentari, pasticcerie potra’ avvenire anche senza prenotazione telefonica o on line. Infine e’ consentito anche l’allenamento e l’addestramento degli animali nei centri.

Le strutture ricettive il cui esercizio e’ sospeso potranno dare ospitalita’ a operatori della sanita’ o addetti allo svolgimento di attivita’ connesse all’emergenza. Infine, per gli spostamenti (gia’ autorizzati) verso le seconde case e altri beni mobili, il nuovo provvedimento estende questa facolta’ anche ai proprietari di velivoli, veicoli d’epoca o da competizione, per la manutenzione.