Home Veneto Attualità Coronavirus Veneto, Zaia: "Spero che si possano aprire le spiagge anche prima...

Coronavirus Veneto, Zaia: “Spero che si possano aprire le spiagge anche prima di giugno”

Il governatore del Veneto Luca Zaia fa il punto sulla situazione riaperture, ma avverte che in caso di un aumento di contagi da Coronavirus sarà pronto a richiudere tutto

Luca Zaia
Luca Zaia

“Gli effetti delle aperture di lunedi’ ce li avremo alla volta di 8, 10 giorni quindi tra lunedi’ prossimo o meglio mercoledi’ avremo gia’ i ritorni in termini di contagiati, ricoverati e, in maniera minore, terapie intensive. Se va male tra 8 o 10 giorni allora si pensera’ a richiudere, come gia’ accaduto in molti Paesi”. Sono queste le parole del governatore del Veneto Luca Zaia.

E per quanto riguarda la cura con il plasma ha precisato:  “La cura con il plasma dei pazienti guariti non e’ validata ma ancora in fase sperimentale. Abbiamo curato i primi 12 pazienti e l’esito e’ incoraggiante”.

Le Uls venete sono state invitate quindi a raccogliere in via precauzionale il sangue dei pazienti malati e poi guariti: “ora ai guariti chiediamo una mezz’ora del loro tempo per costruire la piu’ grande banca del sangue dei guariti da coronavirus”. Il centro di riferimento sara’ l’ospedale di Padova.

Coronavirus Veneto, il turismo

Per quanto riguarda il turismo ha invece precisato: “Se il governo delegasse alle Regioni e le responsabilizzasse saremo pronti a riaprire le spiagge”.

“Il distanziamento sociale in spiaggia si puo’ fare – ha continuato Zaia – bisogna anche capire che sulla battigia non puo’ crearsi il carnaio a cui tutti noi eravamo abituati”.

“Io spero che si possa aprire le spiagge anche prima di giugno”.