Home Padovano Padova Fase 2 a Padova, parchi gioco e giostrine aperti da sabato

Fase 2 a Padova, parchi gioco e giostrine aperti da sabato

Fase 2: entrerà in vigore sabato mattina l’ordinanza che prevede la riapertura di tutti i parchi gioco e delle giostrine a Padova

Al momento è in corso la pulizia di tutte le aree, che proseguirà domani, come previsto dall’ordinanza regionale e dal decreto per poter riaprire in sicurezza. “Ci siamo attivati subito per capire le modalità migliori per rendere fruibili le aree gioco nei parchi, seppur con tutte le difficoltà già evidenziate – spiega l’assessora Chiara Gallani -. Ammetto non è stato semplice ma abbiamo scelto di adoperarci per aprire in sicurezza, in un contesto in cui molte altre città italiane, ad esempio Torino e Milano, hanno scelto di tenere chiuso per impossibilità di far fronte agli oneri, anche economici, previsti dal decreto, ovvero una pulizia quotidiana”.

“Abbiamo valutato tutte le opzioni e con il mio settore abbiamo scelto di dare priorità a questo: non era giusto per noi che i nostri bambini non potessero fruire di questo tipo di svago all’aria aperta – continua l’assessore -. Dopo settimane in casa è fondamentale fare il possibile perchè i cittadini possano tornare a godere degli spazi pubblici in completa sicurezza, e ci siamo molto adoperati in tal senso, consapevoli che per molte famiglie le aree gioco sono importanti e lo sono ancora di più in questo periodo in cui le scuole sono chiuse ed è complesso individuare forme di svago per i ragazzi”.

Parchi aperti a Padova: “Pulizia quotidiana impossibile da reggere a lungo”

“Le risorse che abbiamo messo a disposizione non basteranno certo a coprire tutta la Fase 2 e 3, ma sul tema e sulle oggettive difficoltà che hanno incontrato le amministrazioni nell’ottemperare le indicazioni dei vari decreti e delle varie ordinanze, è intervenuta la stessa Anci – conclude l’assessore -. Pare quindi che nelle Faq che verranno a breve pubblicate dal Governo verrà tolto l’assurdo obbligo di pulizie quotidiane. Ad ogni modo noi siamo pronti e organizzati con AcegasApsAmga e potremo per un periodo garantire l’apertura. Se il governo interverrà in tal senso in tempi brevi, per noi si libereranno risorse da poter utilizzare in altro modo».