Home Veneziano Cavarzere Gli ospedali dell'Ulss 3 tornano pian piano all’attività ordinaria

Gli ospedali dell’Ulss 3 tornano pian piano all’attività ordinaria

Il dg dell’Ulss 3 Serenissima fa un bilancio della situazione. “Indicatori confortanti, aziende pronte per riprendere, si riparte con le attitività ospedaliere e le prestazioni mediche per i territori ma con nuove disposizioni”

Gli accessi agli ospedali

“Numeri sempre più confortanti che ci fanno capire che stiamo andando nella direzione giusta”, sono queste le parole del direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben. “Gli indicatori – ha continuato Dal Ben – che ci confermano che la situazione è sotto controllo sono il numero dei “positivi”, in decrescita, i numeri dei ricoverati, in calo, il numero dei ricoverati in terapia intensiva, anch’esso in calo”.

Ulss 3, più di mille visite di controllo in azienda

Lo Spisal ha effettuato, dal 16 marzo all’8 maggio, più di mille visite di controllo presso le aziende operanti nel territorio, 130 solo nel territorio di Chioggia, e continuerà nei prossimi giorni anche tornando più volte nella stesse aziende che appartengono ai settori più diversi: commercio, servizi-comunicazione, logistica-trasporti, metalmeccanica, agrindustria, costruzioni.

“La nostra presenza come Spisal Ulss 3 – ha evidenziato Dal Ben – è quella di metterci a fianco delle Aziende e accompagnarle nel modo più opportuno, tramite suggerimenti e miglioramenti, nelle riaperture, per la più corretta ripartenza anche del settore produttivo”. Gli esiti sono stati buoni, solo in una decina di aziende sono state riscontrate inosservanze riguardanti principalmente il distanziamento, le procedure di accesso e la sanificazione. L’Ospedale di Dolo ha iniziato a riprendere gradualmente le sue attività ordinarie per quanto riguarda i prelievi, la radiologia e le attività di poliambulatorio. Il direttore ha inoltre comunicato che prossimamente ripartiranno le attività chirurgiche: sarà infatti liberata una sala operatoria occupata dai posti letto di rianimazione.

“Si ribadisce – ha aggiunto Dal Ben– che anche l’Ospedale di Dolo tornerà alla sua normalità come ospedale del territorio. Un altro segnale importante che è stato dato a Dolo nei giorni scorsi, proprio su questa ripartenza, è stato il riavvio del cantiere del nuovo Pronto Soccorso”. E sono proprio i Pronti Soccorso che si stanno avvicinando ai numeri di accessi medi giornalieri del 2019, stessa cosa per quanto riguarda l’attività dei centri prelievi. In costante crescita anche il numero delle prestazioni specialistiche ambulatoriali. L’Ulss 3 ha rafforzato inoltre le linee telefoniche per le prenotazioni: 120 a Mestre, 60 per Mirano Dolo e 16 a Chioggia. Negli ultimi giorni sempre a Mestre sono state prese in carico 2808 prenotazioni di call center, a Dolo Mirano 2463 e a Chioggia 476. Per quanto riguarda le case di riposo, il numero dei positivi è sempre in continuo calo: al momento della stampa su 315 ospiti, si contano 44 positivi. Su 137 operatori, si contano 30 positivi.

Erika Masiero

Le più lette