Home Padovano Padova Padova, concerti via social: note ed emozioni

Padova, concerti via social: note ed emozioni

L’Orchestra di Padova e del Veneto tiene vivo il rapporto con il pubblico sul web, proponendo un ricco palinsesto digitale con appuntamenti periodici

Orchestra Padova e del Veneto

Un palinsesto digitale di approfondimenti, materiali inediti e contributi originali per continuare a proporre musica anche durante le settimane di permanenza a casa: in attesa di tornare a suonare dal vivo, l’Orchestra di Padova e del Veneto ha deciso di mantiene vivo il rapporto con gli abbonati, il pubblico e tutta la cittadinanza attraverso una rete di divulgazione e condivisione musicale sui propri canali social. Subito dopo il lockdown i profili Facebook, Instagram e Twitter dell’OPV hanno iniziato ad accogliere una serie di videoclip di opere e spettacoli che hanno scritto la storia della musica classica.

Il primo contributo ha visto protagonista il Direttore musicale e artistico Marco Angius, impegnato in un’originale guida all’ascolto dell’Arte della fuga di Johann Sebastian Bach nella particolare versione strumentale di Hermann Scherchen. Gli utenti hanno poi potuto rivivere online le emozioni del concerto tenuto lo scorso febbraio al Teatro Sociale di Rovigo. In quell’occasione l’OPV eseguì The Planets, la suite sinfonica del compositore inglese Gustav Holst, nella versione di G. Morton condotta dalla giovane direttrice Beatrice Venezi. Tra i contributi video proposti, invece, figura la condivisione in esclusiva del film Sciarrino Séances, un documentario realizzato in occasione della prima edizione della serie Lezioni di suono che vide il compositore siciliano nei panni di relatore al fianco dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Il film, che rievoca alcuni istanti delle prove musicali e i momenti più rappresentativi della residenza artistica OPV di Salvatore Sciarrino, è stato anticipato da una presentazione del Prof. Denis Brotto, che diresse il documentario insieme agli studenti del corso di Cinema digitale dell’università di Padova.

Il palinsesto dell’Orchestra di Padova e del Veneto

Il palinsesto digitale dell’OPV è stato poi arricchito con appuntamenti periodici: ogni giovedì alle 20.45 è il momento di OPV Reloaded, che ripropone alcuni spettacoli d’archivio presentati dal maestro Angius e dagli interpreti; ogni domenica alle 21.00 spazio agli ascolti che preludono alle nuove “Sonore Degustazioni” in programma al Caffè Pedrocchi. Ai piccoli ascoltatori e alle loro famiglie si rivolgono invece i contributi di Elisabetta Garilli dedicati all’Uccello di fuoco di Stravinsky, con le anticipazioni sui contenuti del libro illustrato e dello spettacolo autunnale dedicati al grande violinista e compositore, nel 250° anniversario della sua morte. Le pagine social dell’OPV si sono animate anche grazie al contributo sonoro dei suoi musicisti, con una serie di video che documentano le sessioni di studio e il ritmo delle esercitazioni che i professori dell’Orchestra mantengono quotidianamente. Anche i follower possono dare il loro contributo da casa, offrendo nuove idee di ascolto a tutta la community. “La musica può aiutare a vivere con più serenità questo momento difficile – ha dichiarato il vicepresidente OPV Paolo Giaretta – Anche noi vogliamo dare un piccolo contributo nelle forme oggi possibili, proponendo momenti di incontro virtuale, con l’invito a stare a casa per aiutare chi a casa non può stare”.

(e.b.)