Home Padovano Padova Nord Vigodarzere: “La rotonda può aspettare, meglio gli impianti sportivi”

Vigodarzere: “La rotonda può aspettare, meglio gli impianti sportivi”

Il consigliere di opposizione di Vigodarzere Moreno Boschello propone di rinviare l’opera e sistemare gli impianti sportivi

Moreno Boschello, Vigodarzere

Rinviare la realizzazione della rotonda del Terraglione e finanziare, invece, la sistemazione degli impianti sportivi di via Certosa. La proposta arriva dal consigliere di opposizione Moreno Boschello che ha presentato due emendamenti in sede di approvazione di bilancio, entrambi con parere favorevole sia del responsabile del settore finanziario che del revisore dei conti.

Impianti sportivi di Vigodarzere, parla Boschello

“Ho chiesto di rinviare al 2021 la rotonda via Terraglione-via dell’Artigianato in attesa del contributo della provincia e – spiega Boschello -, con i 300 mila euro previsti, finanziare già nel 2020 la sistemazione, la messa in sicurezza e l’adeguamento a norma degli impianti sportivi di via Certosa con una nuova Club House, nuova tribuna- spogliatoi e nuovo campo da calcio con illuminazione a norma, calcetto (scoperto e coperto) e nuovi campetti da allenamento, per avere un unico impianto completo, a norma, in grado di rispondere alle esigenze delle associazioni sportive del paese”. Sui costi aggiunge: “anche se è un incrocio con la strada comunale (via dell’artigianato), i costi non devono essere totalmente a carico del Comune di Vigodarzere, ma della Provincia che ne ha la proprietà e la gestione. Al Comune di Vigodarzere spetta al massimo una compartecipazione, ma la parte maggiore dei costi deve essere della Provincia, considerata anche la tipologia di traffico che è prevalentemente extracomunale di attraversamento”.

Nodo viario del Terraglione ecco il progetto Inoltre a poche decine di metri dalla rotonda proposta, aggiunge il consigliere, c’è un incrocio tra due provinciali la SP 87 del Terraglione e la SP 46 Brentana (via Villabozza), molto pericoloso, dove sono frequenti incidenti e dove dei residenti per uscire di casa ed immettersi in strada, devono addirittura fare un tratto contro il senso di marcia. “Anche questo incrocio, a dirla tutta – conclude Boschello – avrebbe bisogno di una rotatoria per essere messo in sicurezza, e di sicuro con maggiore urgenza e priorità rispetto alla rotatoria proposta”.

Nicoletta Masetto

Le più lette