Home Padovano Padova Est Vigonza E’, spese a domicilio per anziani e persone in difficoltà

Vigonza E’, spese a domicilio per anziani e persone in difficoltà

Volontari in azione per tutto il periodo delle restrizioni a Vigonza

Spesa a domicilio Vigonza

E’ stata avviata con l’inizio dell’emergenza sanitaria, e cioè con l’inizio dello scorso marzo, l’iniziativa dell’associazione culturale “Vigonza E’”, per sostenere degli anziani e i soggetti in difficoltà con la consegna a domicilio dei beni di sostentamento primario, offrendo gratuitamente e a titolo volontario la consegna della spesa presso le abitazioni. Il tamtam su facebook e nei vari gruppi ha generato fin da subito grande interesse da parte della popolazione, che si è fin da subito messa in contatto con l’associazione.

L’iniziativa di solidarietà Vigonza E’

“L’idea dell’iniziativa è nata per far fronte a questa situazione di emergenza che tutto il Paese sta affrontando, e aiuta a limitare gli spostamenti soprattutto dei soggetti che sono più a rischio come gli anziani”, spiega Valentina Berto referente dell’associazione. “Abbiamo rispettato – continua- alla lettera le direttive del Governo e delle autorità sanitarie per prevenire il diffondersi del virus nel territorio, adottando le misure di prevenzione e contenimento, indossando mascherine, guanti e utilizzando sempre gel disinfettanti per le mani”.

Nella pratica, il direttivo dell’associazione recupera le liste della spesa dei cittadini che ne richiedono l’intervento tramite mail o numero di cellulare dedicato, a seconda della frazione di residenza, affidano l’incarico al proprio volontario di zona, sempre per limitare gli spostamenti, il quale recandosi al supermercato più vicino, recupera la spesa anticipandone l’importo, rimborsato dal privato solo a dimostrazione dello scontrino fiscale al momento del recapito presso l’abitazione. Vigonza E’, che con il suo servizio ha consegnato centinaia di spese in tutte le frazioni del Comune, ha potuto contare sull’impegno e la disponibilità dei propri associati e di tantissimi nuovi volontari che in un momento così critico hanno potuto conoscere più da vicino lo spirito di aggregazione e solidarietà dell’associazione e si sono resi disponibili a dare una mano.

“Vogliamo ringraziare tutti per l’importante apporto dato, il buon risultato di questa iniziativa, è il frutto di un gioco di squadra, dove ogni singolo individuo è stato di fondamentale importanza per la gestione pratica delle consegnesottolinea Matteo Zago- membro del direttivo dell’associazione, impegnato in prima persona con le consegne delle spese.

“Questo periodo che ha visto la popolazione in una quarantena forzata – commenta commossa Valentina Berto – che ci vede lontani dai nostri affetti, che ci chiede lo sforzo di rinunciare ad abbracci e a momenti di aggregazione e che ci sta mettendo in ginocchio, non poteva non smuovere il lato più sensibile di tutti noi: la solidarietà. Quest’ultima ci ha spinto a renderci utili ed è stata ampliamente ripagata dalla gratitudine che le persone da cui ci siamo recati ci hanno dimostrato. I loro occhi lucidi lasciavano intravedere poche timide lacrime, assorbite dalla mascherina a coprire il naso. Questo ha riempito i nostri cuori e riscaldato il nostro animo allo stesso modo di quegli abbracci che in questo momento ci vengono negati”.

Manuel Matetich

Le più lette