Home Rodigino Adria Addio Graziella, orgoglio di Adria

Addio Graziella, orgoglio di Adria

A 82 anni si è spenta Graziella Bondesan originaria di Adria

Graziella

Originaria di Adria, era residente fin dall’età di 4 anni a Sesto San Giovanni (Milano). Il padre, Dino, nella Seconda guerra mondiale era stato a capo della brigata partigiana “Maurizio Martello” di Adria. Dal 2009 al 2016, Graziella Bondesan ha portato avanti unacampagna che l’ha portata ad avere svariati riconoscimenti. Dino Bondesan infatti, dopo avere visto la moglie in attesa del terzo figlio (poi nato disabile), picchiata al teatro adriese da parte di una squadra fascista, si era visto risparmiato in extremis a Villamarzana (avrebbe dovuto essere fucilato assieme agli altri 43 Martiri).

Ma lì la sua vita finì, in quanto perl’enorme paura e le numerose botte ricevute in testa, passò trent’anni nel manicomio psichiatrico di Granzette. La signora di Milano, com’era da tutti conosciuta, è stata in grado, coinvolgendo varie persone, di farsi dare la pensione di invalidità per suo fratello, quella per i danni di guerra patiti dalla sua famiglia, ma soprattutto è stata abile nel far riottenere il grado di partigiano al padre, toltogli da una commissione riunitasi in gran segreto a Padova, subito dopo la fine della Guerra.

Adria, Graziella e l’onorificenza

È stata premiata dalla Camera di Commercio di Milano con una medaglia d’oro per l’impegno profuso nel lavoro e nella vita, dalla Prefettura di Milano, con il premio Paladina della Memoria e dalla Presidente della Camera, Laura Boldrini, con la medaglia d’argento, nel novembre 2016.

(m.s.)

Le più lette