Home Rodigino Adria Adria, polemica sui volontari ecologici

Adria, polemica sui volontari ecologici

Il consigliere comunale Sandro Spinello si è scagliato contro la giunta civica e l’assessore all’Ambiente Andrea Micheletti

Spinello

Micheletti nelle scorse settimane, con delibera n. 46 del 08.04.2020, ha dato mandato al dirigente del settore e al segretario comunale di istituire un gruppo di “volontari ecologici”, “residenti e non”, che “intendano sorvegliare il territorio cittadino per tematiche inerenti la salvaguardia ambientale ed il decoro urbano”.

Adria, le parole del consigliere Sandro Spinello

“Un’operazione così delicata, che dovrebbe implicare presupposti giuridici rilevanti e precisi, non può essere attuata dalla giunta con un atto così generico e affidata, per l’esecuzione, ai dirigenti comunali. Non può essere che l’unico requisito richiesto sia quello di essere cittadini che hanno a cuore le tematiche dell’ambiente e del decoro urbano.

La costituzione e la regolamentazione di un gruppo di volontari con compiti specifici di vigilanza presuppone un’istruttoria ben più articolata ed approfondita e altro è il livello sulla titolarità della decisione definitiva che non può che essere del Consiglio Comunale” accusa l’ex sindaco e capogruppo del PD.Secondo Spinello il territorio deve essere monitorato esclusivamente dagli appartenenti alle forze dell’ordine o dagli altri organi di controllo e che se ci deve essere uno “specifico servizio di vigilanza ecologica”, questo debba essere affidato ad Ecoambiente, la società pubblica che gestisce la raccolta, o nell’immediato a un dipendente comunale, “assunto come accertatore della sosta”.

Il consigliere si dice favorevole all’idea di coinvolgere i cittadini e di ampliare l’educazione e il rispetto ambientale che deve essere inteso sempre più come un dovere civico ma “è brutto pensare che si può essere continuamente spiati da qualcuno che non ha neppure tutte le carte in regola per farlo. Non va sottovalutato poi il fatto che il Comune deve essere il primo a rispettare le regole, ma non è sempre così. E’ meglio che non passi l’idea che ad Adria ci sono anche gli spioni del regime”. (c.t.)

Le più lette