Home Padovano Camposampierese Est Borgoricco: “Riparto utili per abbassare le tasse”

Borgoricco: “Riparto utili per abbassare le tasse”

Stefani: “In questo momento, in cui serve liquidità come l’ossigeno, è necessario usare tutte le armi a disposizione”

Borgoricco

“Chiediamo il riparto degli utili Etra così da abbassare le tasse su famiglie ed imprese!”. A rivolgere l’appello è il sindaco di Borgoricco e parlamentare Alberto Stefani che, insieme agli onorevoli Racchella (primo firmatario) e Zordan, rispettivamente sindaci di Cartigliano Vicenza) e Vigodarzere, ha chiesto ufficialmente il riparto degli utili Etra Spa ai Comuni soci.

“Con tale utile sarà possibile per Borgoricco e per ciascun Comune abbassare l’imposizione fiscale su famiglie ed imprese – spiega Stefani-. In questo momento, in cui serve liquidità come l’ossigeno, è necessario usare tutte le armi a disposizione. Lavoriamo in squadra e difendiamo il nostro territorio!”.

In queste periodo di difficoltà i Comuni sono chiamati ancora di più a fare i conti con le ristrettezze di bilancio determinate dall’emergenza Covid-19. I tre parlamentari hanno lanciato l’appello ed Etra col suo presidente Andrea Levorato ha accolto subito la richiesta. L’utile che risulterà dall’approvazione del consuntivo potrà essere destinato, ovviamente se approvato dall’assemblea, ai municipi. Si parla di una cifra che dovrebbe arrivare a 3 milioni e mezzo di euro, quasi il doppio rispetto al 2018. “Destinare gli utili e l’avanzo alle amministrazioni significherebbe dare una risposta alle esigenze di tanti comuni, chiamati ad affrontare una vera e propria emergenza in prima linea, attanagliati da previsioni finanziarie al ribasso” ha ribadito il sindaco e onorevole Stefani.

Borgoricco, le parole di Andrea Levorato

Il presidente dell’Etra Andrea Levorato non si è tirato indietro ricordando che questo passaggio dovrà essere vagliato dal voto democratico. “Accolgo la proposta avanzata dai sindaci Stefani, Racchella e Zordan e ricordo che il via libera a questa operazione è di esclusiva competenza dell’assemblea dei sindaci-soci. Ritengo però sia necessario dare una mano a chi sta subendo gli effetti di questa crisi epocale e sostenerli con azioni concrete. La società – precisa Levorato – ha continuato a lavorare bene in questi anni ed è corretto, ora che le difficoltà stanno emergendo con tale forza, dare un aiuto al territorio. Liberare queste risorse, che la società ha ottenuto con anni di gestione oculata e una visione costantemente rivolta al futuro, e metterle a disposizione dei primi cittadini è un atto di sostegno concreto”.

Nicoletta Masetto

Le più lette