Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: ritorno alla normalità, ma con cautela

Cavarzere: ritorno alla normalità, ma con cautela

“Dobbiamo cercare di mantenere un trend anche per quanto riguarda i servizi: è fondamentale prenotare per evitare assembramenti” le parole del sindaco di Cavarzere

Cavarzere

“Si sta procedendo per un lento ritorno alla normalità, ma come dico sempre bisogna essere cauti” ha esordito il primo cittadino Henri Tommasi.

“Abbiamo subito una scossa non indifferente: nel giro di qualche settimana ci siamo ritrovati a dover cambiare le nostre vite. La situazione è stata drastica. Dobbiamo fare tesoro di tutto quello che abbiamo imparato, le prescrizioni sono state diminuite e cambiano, allargandosi sempre di più, di settimana in settimana, poiché per fortuna i dati sono sempre più positivi – ha commentato Tommasi – . Speriamo che questo trend si mantenga nei prossimi mesi. – e ha continuato: “Bisogna tuttavia essere accorti, ci sono delle indicazioni, come le distanze, i luoghi chiusi, l’utilizzo della mascherina, e dobbiamo cercare di seguirle fino a che questa situazione non sarà completamente passata. Cerchiamo di essere consapevoli di quello che è successo e di non fare un passo indietro che nessuno può permettersi. La situazione economica è molto fragile e anche un solo passo indietro sarebbe davvero disastroso”.

“Vorrei sottolineare che per quanto riguarda l’entrata nei luoghi chiuso c’è l’obbligo dell’uso della mascherina, ma non più dei guanti (importante è mantenerle igienizzate). – ha precisato – Ci tengo a ricordarlo perché c’è un grosso inquinamento dovuto dai guanti, che a volte non sono nemmeno facilmente reperibili, ma soprattutto perché a volte il loro utilizzo è controproducente poiché crea l’illusione di una sicurezza che può portare a prestare minore attenzione. E’ meglio igienizzare più volte al giorno le mani”.

Cavarzere, il Coc rimane operativo

“Il Coc rimane comunque operativo, ci siamo riuniti di recente con la Protezione Civile e i medici e queste sono state alcune delle cose che sono emerse. Dobbiamo cercare di mantenere un trend anche per quanto riguarda i servizi. Dobbiamo cambiare mentalità: quando si va dal medico o in uffici pubblici ad esempio è fondamentale prenotare un appuntamento per evitare assembramenti e altri problemi legati al sovraffollamento. – ha concluso – Capiamo che forse sia meno comodo però è fondamentale per evitare di correre rischi inutili”.

Erika Masiero

Le più lette