Home Veneziano Miranese Nord Centri estivi a Noale, un'estate a misura di bambini e ragazzi

Centri estivi a Noale, un’estate a misura di bambini e ragazzi

In queste settimane si è lavorato intensamente a Noale per offrire, anche per l’estate 2020, già alla volta dello scorso 15 giugno, un’offerta variegata di proposte estive a favore dei più piccoli, attività promosse dall’Amministrazione comunale, ma anche da Parrocchie, Associazioni locali, società sportive

Centri estivi

Il Coronavirus ce l’ha messa tutta per complicarci la vita: mesi di lockdown totale con impossibilità di svolgere attività ludico ricreative in presenza e, da ultimo, linee guida ferree per la ripresa di quest’ultime attività per garantirne lo svolgimento in sicurezza per operatori e minori. Ma non ci siamo affatto persi d’animo. Anzi vi è stato un impegno sostanziale e sostanzioso, – dichiara il sindaco Patrizia Andreotti – con contributi economici specifici, per consentire l’avvio dei centri estivi a Noale fin dallo scorso 15 giugno, con atti di indirizzo della Giunta comunale, per calmierare i costi settimanali di frequenza, lievitati a causa dell’obbligo della presenza di un operatore in rapporto con sette minori nella fascia età 06-11 e di un operatore in rapporto con cinque minori nella fascia età 03-05 anni, oltre ai maggiori costi di igienizzazione e pulizia dei locali, per uso di mascherine e gel”. Il costo è stato calmierato per consentire la massima partecipazione e questo per favorire il ripristino del diritto al gioco e alla socialità dei minori compromesso in questi mesi e per favorire la conciliazione dei tempi di lavoro/famiglia dei genitori”.

Per quanto riguarda l’Amministrazione comunale – continua AnnaMaria Tosatto, assessore alle politiche sociali, “in collaborazione con Agorà società cooperativa, sono iniziati fin dal 15 giugno – uno dei pochi Comuni ad esserci riuscito – i centri estivi per la fascia d’età 06-11 anni presso i plessi scolastici di Noale capoluogo e Moniego, dove i nostri bambini sono impegnati in attività ludico-ricreative nelle mattinate e nei pomeriggi. Una proposta attiva sino al prossimo 28 agosto, per ben dieci settimane! Vi è stata una ottima adesione alla proposte formulata, e pertanto non è stato possibile accettare le richieste pervenute anche da famiglie di comuni limitrofi. I bambini appaiono felici, come testimoniano i primi lavoretti realizzati, nella prima settimana di centro ri –creativo di cui ci hanno fatto dono”. (V. foto allegata)

E ancora continua assessore Annamaria Tosatto: “per la fascia d’età 03-05 anni i centri estivi, gestiti dalla coop. Agorà presso la scuola d’infanzia statale Italo Calvino partiranno invece dal 06 luglio, sino al 10 agosto, la raccolta delle adesioni è in corso, anche in questo caso con costi settimanali risultano calmierati per consentire la massima partecipazione”.

Noale, centri estivi dialogo tra amministrazione e associazioni

“In queste settimane vi è stato poi un dialogo virtuoso – ricorda il sindaco Patrizia Andreotti – con le Parrocchie di Noale, capoluogo e Frazioni, al fine di consentire la riapertura e avvio presso tutte le scuole d’infanzia paritarie di centri estivi dedicati alla fascia 03-05, e l’elargizione anche in questo caso di un contributo straordinario per calmierare i costi settimanali a carico delle famiglie e contribuire alle maggiori spese di gel e mascherine.

Lo stesso dialogo costruttivo c’è stato con la Parrocchia anche per quanto riguarda il “GREST”: con un confronto sulle linee guida nazionali, ordinanza regionale e scambio di informazioni al fine di consentire l’avvio di centri ri-creativi per ragazzi fascia età scuola secondaria di primo grado (11-14 anni). Un confronto virtuoso c’è stato anche con le Associazioni locali, – alle quali viene versato, a richiesta, un contributo economico per contenere i maggiori costi di igienizzazione locali, per operatori  e per calmierare i prezzi settimanali, giusta delibera Giunta Comunale – quali Associazione La Nostra Famiglia – che offre anche quest’anno per le famiglie un articolato progetto estivo ed il neonato “Agrest” della San Damiano Onlus proposto a Moniego.

Infine , “Si sta dando pubblicità – come di consueto – ricorda l’assessore Tosatto anche ad iniziative da parte di soggetti privati. Si offrono informazioni mirate su come ottenere il bonus baby sitter ed il congedo parentale. A tal proposito ricordo che vi è stato un boom di iscrizioni (n. 120)  al corso promosso dal Comune in collaborazioni con le Acli sul tema tenutosi lo scorso 29 maggio ed il sold out al corso (20 posti) per la formazione di baby sitter certificate che andranno ad implementare un albo comunale. Inoltre anticipo sono in cantiere altre proposte estive rivolte ai più giovani come laboratori di disegno ed incontri con autori.

Le più lette