Home Padovano Centro abitato di S.ant'Angelo di Piove ultimato il primo stralcio dei lavori...

Centro abitato di S.ant’Angelo di Piove ultimato il primo stralcio dei lavori di messa in sicurezza della zona sud

Ultimato il primo stralcio dei lavori per il miglioramento della maglia idraulica minore a servizio del territorio di Sant’Angelo di Piove

sant'angelo di piove lavori sicurezza
Ultimato il primo stralcio dei lavori per il miglioramento della maglia idraulica

L’intervento, previsto dall’accordo di programma tra Regione, Consorzio di bonifica Bacchiglione e Comune di Sant’Angelo di Piove, si inserisce all’interno del progetto per la messa in sicurezza della zona a sud del centro abitato. La prima fase dei lavori, progettata ed eseguita dal Consorzio, ha previsto il risezionamento dei fossi che si trovavano in uno stato di abbandono a causa della mancata manutenzione.

La seconda fase dei lavori a Sant’ Angelo di Piove

La seconda fase dell’intervento consisterà invece nella pulizia delle condotte, nella sostituzione delle condotte di dimensioni non idonee e infine nella realizzazione di un by-pass idraulico in corrispondenza di un accesso carraio in via Anello. “Un intervento molto importante per il nostro territorio, finanziato con risorse del Comune e con il contributo della Regione – dichiara il vice sindaco Alice Morandin, – che ci è stato concesso dopo avere adottato il Piano delle acque, strumento che fotografa la situazione complessiva e individua le priorità. L’opera è soltanto un primo tassello per la messa in sicurezza della zona che comprende le affossature che si sviluppano lungo via Gramsci, lungo via Caselle, proseguendo in direzione sud e lungo via Anello dove si immettono nello scolo consortile Rio II Ramo.

La soddisfazione del presidente del Consozio Paolo Bacchiglione

“Sono molto soddisfatto – afferma il presidente del Consorzio Paolo Ferraresso – dell’avvio di un nuovo intervento per l’ottimizzazione della maglia idraulica minore, fondamentale per questa zona soggetta a frequenti allagamenti. Le cause non sono riconducibili solo agli eventi climatici eccezionali ma soprattutto all’inesistente manutenzione dei fossi da parte dei privati”. Il finanziamento complessivo è di 85.500 euro, di cui 50 mila da parte della e i restanti 35.500 stanziati dal Comune. Nel territorio comunale il Consorzio sta eseguendo anche dei lavori di ordinaria amministrazione come la manutenzione degli scoli Cornio nella frazione di Celeseo e Cornio Nuovo ai confini con Campolongo Maggiore.

Alessandro Cesarato

Le più lette