Home Veneziano Chioggia Chioggia: spazi pubblici per bambini e spiagge “smoke free”

Chioggia: spazi pubblici per bambini e spiagge “smoke free”

A Chioggia un’ordinanza per salvaguardare la salute di tutti

chioggia
Chioggia ordinanza smoke free

“Divieto di fumare in alcune aree all’aperto del territorio del comune di Chioggia destinate ad uso pubblico”. Il sindaco Alessandro Ferro ha firmato lo scorso 8 giugno l’ordinanza “Smoke free”che interessa nello specifico le aree destinate al gioco dei bambini nei parchi e giardini pubblici; le aree date in concessione demaniale o private destinate ad uso pubblico, come parchi divertimento per bambini, acquapark, campi da gioco per uso sportivo/dilettantistico e piscine; le alcune aree all’aperto dell’arenile. Qui il divieto entra in vigore il 15 maggio e dura fino al 15 settembre di ciascun anno, fatte salve le isole fumatori collocate nella fascia funzionale dei servizi alla spiaggia in cui sarà consentito fumare, da segnalare con appositi cartelli informativi da collocare in posizioni ben visibili a cura dei titolari degli stabilimenti balneari.

Chioggia, spazi “smoke free” i commenti del sindaco

“Quello degli spazi pubblici per bambini e della spiaggia “smoke-free” è un argomento a cui tengo molto e su cui mi confronto da tempo, sia in occasione delle Conferenze dei Sindaci della Costa Veneta, che sono stati pionieri in tal senso come San Michele al Tagliamento, che con le associazioni di categoria del nostro litorale. Accoglienza, benessere, salubrità dell’aria, sostenibilità ambientale sono tutti aspetti che la nostra località esprime da tempo e mi sembra doveroso fare un passo ulteriore con questa ordinanza, in un momento in cui stiamo dando il via ad una stagione balneare inedita, che ci chiama ad affrontare nuove sfide e a trovare insieme nuove soluzioni per salvaguardare la salute di tutti. Il divieto di fumare – continua il primo cittadino –, fatte salve le specifiche aree dedicate, è finalizzato quindi a migliorare la vivibilità, il benessere dei bambini, a salvaguardare il diritto alla salute dei non fumatori e, infine, a ridurre sensibilmente i mozziconi dalla spiaggia”. L’ordinanza è valida fino all’entrata in vigore di una specifica norma regolamentare da approvare in Consiglio Comunale

Le più lette