Home Veneziano Cavarzere Cona: Cimitero di Cantarana, tariffe rifiuti, centri estivi e mercato a Pegolotte:...

Cona: Cimitero di Cantarana, tariffe rifiuti, centri estivi e mercato a Pegolotte: le priorità per l’opposizione

Ampliamento del cimitero di Cantarana, determinazione della Tariffe rifiuti, spostamento del mercato di Pegolotte, risoluzione del problema della sala attesa del medico generale, attivazione dei centri estivi.

Rifiuti

Queste le priorità da affrontare a stretto giro per Antonio Bottin e Franco Necchio di Intesa per Cona. “Per quanto riguarda il cimitero, ad aprile abbiamo presentato un emendamento al bilancio 2020-2022 per inserirne l’ampliamento e la realizzazione di nuovi loculi nel piano triennale delle opere pubbliche urgenti. La mozione è stata bocciata dalla maggioranza perché aspettano l’approvazione del bilancio consuntivo per finanziare le opere con l’avanzo di amministrazione del 2019 – ricorda Bottin -. Di fatto questo sposta ancora il problema di almeno tre mesi. Noi riteniamo che la problematica sia urgente e non più rinviabile”.

Cona, la tariffa dei rifiuti

Per quanto riguarda la tariffa rifiuti, la richiesta è di presentare il piano finanziario per determinare il costo effettivo del servizio, “in quanto nel 2020 erano previsti dei maggiori oneri dovuti a traslazione dei costi di gestione iniziati nel 2019 e l’ammortamento dal 2020 dei nuovi contenitori – sottolinea Bottin -. Ad oggi la scelta è di mantenere le stesse tariffe provvedendo però entro fine anno all’approvazione del piano economico finanziario per il 2020. Il conguaglio risultante tra i costi per il 2020 e i costi determinati per il 2019 sarà ripartito in tre anni, a decorrere dal 2021”.

Per Bottin “questa scelta comporterà maggiori oneri per i cittadini. Ma la cosa che più preoccupa è il conseguente mancato pagamento delle cartelle esattoriali con l’effetto che i maggiori costi verranno poi spalmati sull’intera cittadinanza. Già il consistente aumento delle tariffe rifiuti avvenute nel 2019 ha determinato un mancato introito nelle casse comunali di circa 77.490 euro su un costo complessivo del servizio per 421mila, pari al 18,5%”. Quanto al mercato settimanale del martedì a Pegolotte “ abbiamo proposto che ritorni nell’intera piazza Cesare De Lotto – spiega Bottin -, con le relative misure di sicurezza previste, per garantirne la distanza sociale, in quanto l’attuale sistemazione all’interno del ristretto cortile del Comune sta creando dei disagi con possibili assembramenti”.

Resta da risolvere con urgenza inoltre il problema degli spazi di attesa del medico di base: “Vista la notevole affluenza abbiamo chiesto al sindaco di assegnare come sala di aspetto oltre all’atrio di ingresso anche la sala grande dove si incontravano gli anziani, per evitare che nei periodi di pioggia o vento le persone rimangano fuori alle intemperie”. Infine, il nodo dei centri estivi: la proposta è di “convocare una commissione consiliare e un tavolo di confronto con tutti i soggetti interessati – parrocchia, scuola, associazioni e privati -, coordinata dal Comune con la collaborazione del servizio sanitario territoriale, con il compito di elaborare un progetto da presentare alla Regione per avere le risorse economiche necessarie”. (g.g.)

Le più lette