Home Padovano Bassa Padovana Continui furti e vandalismi nel cantiere del futuro Alì di Montagnana

Continui furti e vandalismi nel cantiere del futuro Alì di Montagnana

Continui furti e vandalismi quotidiani. Non ne possono davvero più all’impresa edile Mengato di Camposampiero, dallo scorso dicembre impegnata nel cantiere del futuro supermercato Alì di Montagnana

Da sei mesi a questa parte non si contano i furti e i dispetti subito dall’impresa nel cantiere di via Largo Zorzi, appena fuori dalle mura. Nel cantiere di Montagnana hanno cominciato a rubare del gasolio dai mezzi. Dalle piccole razzie si è passati ai vandalismi: «Evidentemente, non trovando più cose da rubare, hanno pensato di farcela pagare andando a danneggiare i parapetti posti sopra la copertura del nascente supermercato» spiegano i titolari «Una cattiveria, non c’è altro modo per definirla. La mattina gli operai arrivavano in cantiere e dovevano perdere del tempo per rimettere in sicurezza l’area».

Ennesimo furto a Montagnana: “Sventrate le macchine”

Nei giorni scorsi, dopo il fermo del cantiere legato al Covid-19, altra bega cascata sulle spalle dell’impresa, ecco l’ennesimo furto: «Hanno letteralmente sventrato le macchine – escavatori e mezzi per il movimento della terra – e hanno portato via le batterie. Ora, non è che si trova una batteria in mezz’ora e dunque abbiamo dovuto mandare a casa gli operati. La giornata è andata praticamente persa». La Mengato ha 29 cantieri attivi e ogni anno deve fare i conti con una cinquantina di razzie: «Assoldiamo delle società di sorveglianza, ma i ladri son furbi e agiscono dopo il passaggio dei controlli. A Montagnana si va oltre la furbizia: c’è proprio il vandalismo, che è situazione ancor più deplorevole».

Nicola Cesaro

Le più lette