Logo testata di vicenza

Home Padovano Conselvano Fine dell’isolamento per i bambini e i ragazzi e bambini di Agna...

Fine dell’isolamento per i bambini e i ragazzi e bambini di Agna il comune organizza i centri estivi

Agna: fino al 31 luglio i centri estivi si tengono in ampi spazi nel verde con personale educativo qualificato e preparato ad affrontare le nuove disposizioni

amministratori comunali di Agna
Gli amministratori comunali di Agna di fronte al municipio, fulcro delle attività organizzate in questi mesi di emergenza

Notevole l’impegno del Comune di Agna che, in collaborazione con la parrocchia e le associazioni locali, ha in programma l’organizzazione dei Centri Estivi 2020, per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, dal 22 giugno al 31 luglio prossimo. Si farà in grandi spazi all’aperto con personale educativo qualificato.

Agna: attività, sport e gioco all’aperto per bambini e ragazzi

“Quest’anno mancano davvero tante certezze ma grazie alla preziosa collaborazione di alcune realtà del paese siamo riusciti a supportare la realizzazione delle attività estive nel rispetto della normativa Covid 19.- spiega l’assessore Katia Baretta- Per i piccolissimi l’associazione “Io vorrei” organizzerà le attività negli spazi del nido, mentre per i più grandi dai 3 ai 6 anni la parrocchia offre la possibilità di svolgere l’attività ludica e ricreativa presso la scuola dell’infanzia. Dai 6 ai 14 anni sarà possibile divertirsi presso il Circolo sportivo “Le Tre Piume”.

Lo spazio che sarà loro dedicato sarà immerso nel verde, con la possibilità di usufruire della piscina e di avere uno spazio coperto in caso di mal tempo, il tutto igienizzato ciclicamente durante tutta la mattinata. Verranno applicate tutte le procedure previste per legge per quanto riguarda la sicurezza sanitaria Covid, nella gestione quotidiana del servizio e nei rapporti di corresponsabilità con le famiglie. Per la parte educativa saranno organizzati gruppi di 7 bambini che avranno un loro educatore di riferimento. Il servizio sarà aperto dalle 7.45 alle 13.30 con possibilità di usufruire del servizio mensa che non sarà compreso nel prezzo; le famiglie avranno la possibilità di richiedere a sostegno delle spese del servizio, il bonus Baby sitter.

Anche la scuola dell’infanzia “Madonna di Fatima” propone il centro estivo dal 15 giugno al 3 luglio prossimo, con attività dalle 7.30 alle 15.30. I gruppi di bambini saranno seguiti dal personale educativo della Scuola dell’Infanzia. “In attesa che il Governo definisca eventuali contributi per i centri estivi- spiega il sindaco Piva- abbiamo deciso di destinare un fondo sociale di 5 mila euro per tutte le associazioni che promuoveranno questi centri. Altre misure saranno adottate per i pubblici esercizi che sono rimasti chiusi durante il lockdown”. La proposta dei centri estivi non è un servizio scolastico e nella fase di iscrizione verrà sottoscritto un “Patto di Corresponsabilità” per il rispetto del protocollo sanitario.

Cristina Lazzarin

Le più lette