Home Rodigino Delta Gementi: “Io al Delta? Fake news”

Gementi: “Io al Delta? Fake news”

L’allenatore smentisce categoricamente di aver preso contatti con la squadra deltina, rinnovando il suo impegno con il Trento

Attilio Gementi

“Non c’è mai stato nessun contatto con il Delta. Sto benissimo dove sono e, quando sono venuto qui a Trento, con la società abbiamo stilato un programma pluriennale. Qui c’è una struttura e una piazza che non hanno bisogno di tante presentazioni e che, dopo la retrocessione dalla D di un paio di anni fa, ha pianificato un importante rilancio calcistico. Inoltre, credo che in questo preciso momento, i pensieri siano altri”.

A parlare è Attilio Gementi, direttore sportivo del Trento. Una fake quella del suo passaggio al Delta?

“Sul telefono mi sono arrivati messaggi su alcuni articoli rimbalzati in rete, ma a me non ha chiamato nessuno né per chiarimenti, né per interviste: ho visto anche che il Delta ha fatto una specie di smentita. Colgo l’occasione per dichiararlo ufficialmente, che sono e rimango a Trento: mi ha fatto piacere ricevere i complimenti dai tifosi del Trento, i Blue Yellow, che hanno speso parole positive per il mio lavoro”.

Gementi, che è nato a Canaro, 52 anni fa, ha cominciato a fare il ds nel 2010 al San Paolo Padova, in serie D, prima di trasferirsi, nel 2014, al Campodarsego (due secondi, un terzo e un quarto posto, vincendo per due volte i playoff e conquistando la coppa Italia di serie D). Insomma, un vincente. E stessa cosa stava facendo a Trento, in Eccellenza, prima con 11 punti sulla seconda, praticamente con la promozione in serie D già in tasca. Ovviamente, tutto congelato, causa Coronavirus. Un Trento che ha macinato record su record lo deve anche a giocatori che hanno vestito la maglia del Delta. E ci riferiamo a Dario Sottovia, l’attaccante che a Porto Tolle lo scorso anno, arrivato a dicembre, con i suoi gol ha raddrizzato la barca allenata da Zattarin: ora a Trento di gol ne ha segnati la bellezza di 31. Poi, Giacomo Pettarin, centrocampista di ruolo, a Porto Tolle negli anni più belli del club bassopolesano: nel 2013, l’anno della vittoria del campionato di serie D e 2014, in Lega Pro. E a Trento, a dicembre, Gementi ha fatto arrivare un altro ex Delta, Jacopo Fortunato, 25 presenze e 7 reti nel 2016, l’anno di mister Carmine Parlato.

Cristiano Aggio

Le più lette