Home Veneziano Riviera del Brenta Liti, aumentano gli interventi delle forze dell’ordine a Mira

Liti, aumentano gli interventi delle forze dell’ordine a Mira

Liti fra vicini in aumento nei Comuni di Mira e Dolo.e per evitare che le liti finiscano con feriti o peggio (cioè in tragedie) negli ultimi 18 mesi ci sono stati oltre 400 interventi delle forze dell’ordine e polizie locali.

Liti

Non mancano poi interventi per dirimere le risse da bar fra avventori su di giri, una trentina in tutto. Il numero di interventi complessivamente, è aumentato di circa 15% rispetto al periodo precedente. Questo da un lato rispecchia la tempestività di azione delle forze dell’ordine (carabinieri e polizia) e anche polizie municipali in entrambi i Comuni, dall’altro un preoccupante tasso di litigiosità all’interno delle famiglie, ma anche fra vicini di casa. Spesso i casi più gravi vedono liti o tensioni, sfociare in confronti o atti autolesionistici che causano anche feriti sia fra i famigliari che fra gli operatori delle forze dell’ordine.

Le forze dell’ordine intervengono in media 5-6 volte a settimana in questi casi. Si tratta di operatori che arrivano per riappacificare gli animi e rischiano grosso quando le persone fuori controllo fanno uso come a volte succede di coltelli e bastoni. Le frequenti liti in famiglia a Dolo e Mira sono la spia a volte anche di gravi episodi di violenza di genere o di situazioni psicologiche complicate a causa della presenza di persone affette da disturbi mentali o da disabilità fisiche e psichiche. I servizi sociali dei Comuni di Mira e Dolo monitorano la situazione costantemente. In questo periodo comunque non è mancato neanche un aumento della violenza di genere. Un aumento dovuto in tante occasioni anche al fatto che le persone in questo periodo sono state costrette a restare in casa anche con conviventi violenti

Liti a Mira, parlano gli operatori sociali

che spesso non potevano essere distanziati. Ovviamente ora la situazione con l’avvio della fase due è cambiata per fortuna in meglio. “Ora – spiegano alcuni operatori sociali dei Comuni della Riviera – le donne possono uscire di casa e segnalare che succede . Infatti il numero di segnalazioni legate alla violenza di genere dopo la fine del lockdown è cresciuto in modi molto consistente” Nel territorio della Riviera è attivo lo sportello anti violenza Estia . Il centro Estia ha distribuito così in queste settimane nei supermercati edicole o farmacie volantini informativi. Il messaggio è chiaro. Se qualcuno avrà bisogno di aiuto potrà chiamare il 3497570892 il lunedì dalle 10 alle 11 il mercoledì dalle 9. 30 alle 13 il giovedì dalle 11 alle 18 e il venerdì dalle 10 alle 11.

Alessandro Abbadir

Le più lette