Home Padovano Padova Padova: Amusement Park presi i primi provvedimenti contro il degrado dell’area

Padova: Amusement Park presi i primi provvedimenti contro il degrado dell’area

Vertice tra i sindaci di Padova e Albignasego, Giordani e Giacinti, e l’assessore Micalizzi e  incontro con i residenti

degrado a Padova
Degrado al Amusement Park di Padova

Si è svolto nei giorni scorsi un vertice tra il sindaco di Albignasego Filippo Giacinti, il sindaco di Padova Sergio Giordani e l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Padova Andrea Micalizzi sulla questione del degrado in cui versa il complesso dell’Amusement Park, in Via Fogazzaro, proprio al confine tra i due Comuni.

Il parco di Padova da luogo del divertimento a ritrovo de sbandati

Il grande parco divertimenti, su una superficie di circa 25.000 mq, con piste da bowling, piscine, mini golf, discoteca e tutto quello che si può immaginare in luogo destinato al tempo libero di adulti e bambini è chiuso da gennaio del 2015, e da allora è proseguito, senza interruzione un degrado irreversibile in attesa che l’area trovi una nuova destinazione. Gli edifici oltre ad essere pieni di rifiuti, sono luogo di ritrovo e bivacco di sbandati e tossicodipendenti, con spaccio di droga, al punto che recentemente in uno di essi è stato ritrovato anche il cadavere di un ragazzo straniero, morto per probabile overdose. Inoltre nella zona, i residenti, segnalano negli ultimi mesi un aumento di piccoli furti e l’aggirarsi di spacciatori.

I residenti di Padova hanno richiesto di ripristinare la sicurezza

I Carabinieri di Albignasego e la Polizia di Stato nello scorso mese hanno effettuato numerosi sopralluoghi nella struttura denunciando uno degli occupanti e identificandone numerosi altri. Per queste ragioni i residenti di Via Fogazzaro, hanno presentato ai Comuni di Albignasego e Padova, una precisa richiesta di un intervento che ripristini la sicurezza e la tranquillità della zona. In quest’ottica l’incontro dei giorni scorsi è stato pienamente operativo ed ha assunto alcune iniziative immediatamente messe in atto. E’ stata inviata al Custode Giudiziario del complesso (che è interessato da una procedura di esecuzione immobiliare presso il Tribunale di Padova) una diffida all’immediata messa in sicurezza dell’area, che deve impedire nuovi accessi al complesso e la pulizia dei rifiuti presenti; una sorta di primo avvertimento formalizzato. Parallelamente è stata invita una nota anche al Prefetto perché valuti eventuali azioni a tutela della sicurezza nell’area. E’ stata anche avviata una collaborazione continua tra le due amministrazioni su questa criticità, con uno stretto scambio di informazioni e interventi congiunti delle Polizie Locali e fissato un primo incontro con i residenti, tramite l’avvocato Alati, che si terrà domani.

Il sindaco di Padova Giordani sostiene i residenti

“I residenti di Via Fogazzaro hanno ragione, il complesso dell’Amusement Park deve subito cessare di essere un luogo di degrado per l’area e la tranquillità della zona deve essere assicurata – sottolinea il sindaco di Padova Sergio Giordani- Con il sindaco di Albignasego Filippo Giacinti ci siamo trovati assolutamente d’accordo sulle iniziative da prendere e abbiamo avviato una stretta collaborazione che coinvolgerà anche le nostre Polizie Locali. E’ evidente però che è fondamentale un intervento di chi ha in custodia il complesso, e noi su questo punto saremo assolutamente fermi e inflessibili. Ringrazio anche Carabinieri e Polizia, che in queste settimane hanno già compiuto numerosi interventi di controllo nella zona, identificando e denunciando alcuni occupanti”. “Le conseguenze del degrado di quest’area purtroppo stanno creando seri problemi al nostro quartiere di Sant’Agostino – puntualizza il sindaco di Albignasego Filippo Giacinti – Abbiamo interessato il Comune di Padova che si è reso disponibile per un’azione congiunta. In questa zona di confine è necessaria la collaborazione tra i due Comuni ed è quello che stiamo promuovendo: siamo disponibili ad incrementare la presenza della nostra Polizia Locale ma il problema lo può e lo deve risolvere definitivamente chi ha la custodia di quest’area. Nel frattempo non lasceremo soli i nostri cittadini”.

“Siamo pronti ad informare il Giudice dell’esecuzione della situazione -precisa l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Padova Andrea Micalizzi- e valuteremo nelle prossime ore la possibilità di imporre il rispetto delle regole e la buona custodia dell’area attraverso apposita ordinanza. Il complesso dell’Amusement Park è privato però come Comune di Padova vogliamo essere tempestivi e domani sarò lì e incontrerò i residenti insieme al Sindaco di Albignasego per constatare di persona la situazione e valutare insieme a loro i prossimi passi. Non accettiamo che un rione di Padova e il limitrofo quartiere di Sant’Agostino a Albignasego con i loro cittadini siano lasciati in balia del degrado, esattamente come abbiamo fatto in Via Anelli, anche quello un complesso privato. La collaborazione con il Comune di Albignasego è totale e contiamo di sanare la situazione, in attesa che si trovi, speriamo rapidamente, una nuova destinazione per quell’area”.