Home Padovano Piove di Sacco: una consultazione popolare deciderà le sorti del centro di...

Piove di Sacco: una consultazione popolare deciderà le sorti del centro di Corte

Si tratterà di stabilire la collocazione della rotatoria che potrebbe sostituire l’incrocio semaforico tra via Provinciale e le laterali vie Righe e Villa a Corte

La frazione di Corte a Piove di Sacco

Una consultazione popolare per decidere se cambiare o meno la conformazione del centro di Corte. È quella che proporrà il Comune ai residenti della frazione in merito alla rotatoria che potrebbe sostituire l’incrocio semaforico tra via Provinciale e le laterali via Righe e via Villa. Posizionata tra scuole, negozi e chiesa parrocchiale, andrebbe a mutare completamente le dinamiche viarie del cuore del paese.

Piove di Sacco, frazione di Corte: parla il sindaco Davide Gianella

“La proposta -, dichiara il sindaco Davide Gianella, – è nata alla fine dello scorso anno nel corso del periodico incontro pubblico con i residenti. È stato un momento partecipato, nel quale è nata una discussione interessante e proficua. Durante i rilievi per le nuove piste ciclabili di via Sampieri e di via Righe e nell’ambito della sistemazione del secondo lato di via Provinciale sul quale abbiamo già investito 170 mila euro, abbiamo commissionato anche un progetto di fattibilità per una nuova rotonda. Quello che abbiamo presentato ai cittadini è l’unica soluzione possibile perché, interessando una strada provinciale, deve rispettare tutta una serie di requisiti tecnici su misure, angoli di curvatura e assi degli anelli”. Come richiesto dai residenti in paese sarà allestito un grande telo cantiere con la presentazione del progetto nei minimi dettagli.

“I cittadini – continua Gianella – avranno tutto il tempo per farsi un’idea e fare tutti gli approfondimenti del caso. Si tratta di un’opera impattante. Già in sede di presentazione pubblica i pareri non sono stati uniformi. Per tutte queste ragioni l’amministrazione prenderà una posizione neutrale sul progetto e lascerà che siano gli abitanti di Corte a decidere. Sarà una maniera anche per sperimentare una forma di democrazia diretta”. La consultazione sarà organizzata fra qualche mese, presumibilmente dopo l’estate, anche perché la scelta condizionerà la progettazione delle varie piste ciclabili, già in fase di realizzazione, relativamente alla conformazione dei tratti che confluiscono in centro paese.

“Siamo aperti senza pregiudizio – conclude il sindaco – a tutte le soluzioni. Quando i cittadini si esprimeranno, quella concordata sarà la scelta definitiva e sulla base della quale saranno modellate le nuove opere infrastrutturali. Nel caso non passasse il progetto della rotatoria, il progetto sarà definitivamente accantonato”.

Alessandro Cesarato

 

Le più lette