Home Rodigino Delta Rosolina: “Tante misure per venire in aiuto delle persone in difficoltà”

Rosolina: “Tante misure per venire in aiuto delle persone in difficoltà”

Il primo cittadino di Rosolina fa il punto sulle azioni per sostenere le attività: riduzione della tassa dei rifiuti e della Tari e agevolazioni per le famiglie

Franco Vitale, sindaco di Rosolina

Il Comune di Rosolina ha messo in campo alcune misure, atte a contenere gli effetti negativi del Coronavirus su attività economiche e famiglie. “Il lavoro portato avanti è stato molto intenso: dagli incontri di coordinamento con le autorità, al reperimento e distribuzione delle mascherine, dalla necessità di ordinanze per il controllo del territorio, a tutto quel che riguarda la mole di attività connesse all’emergenza sanitaria – spiega il sindaco Franco Vitale – Non possiamo però dimenticare che, accanto a quest’ultima, anche dal punto di vista economico molti settori sono in grande sofferenza, e anche le famiglie hanno ricevuto contraccolpi negativi. Inoltre, il bilancio comunale è messo a dura prova per le mancate entrate e per questo abbiamo chiesto al Governo quantomeno di non prelevare ulteriori risorse, prelievo che avviene ogni anno per una somma di circa 2 milioni di euro, così da poter far fronte alla crisi in atto anche con iniziative dell’amministrazione comunale”.

Nonostante le minori entrate dal bilancio, Vitale spiega che “abbiamo deciso di dare un segnale di vicinanza e sostegno a chi è in difficoltà, studiando l’opportunità di abbassare la tassa rifiuti alle attività economiche che sono rimaste chiuse a causa della pandemia, contribuendo a dare un po’ di respiro a quanti sono stati più gravemente danneggiati dalle chiusure.

Prevediamo un abbassamento della quota annuale Tari a chi è rimasto chiuso totalmente e a scalare una quota più bassa per chi ha affrontato una chiusura inferiore. In più, per le famiglie che hanno pagato il trasporto scolastico ma non me hanno usufruito a causa della chiusura delle scuole prevediamo la possibilità di restituire la quota versata, con modalità che verranno presto definite. Quest’ultima iniziativa è particolarmente importante, poiché la legge nazionale ha stabilito che i Comuni non possano tagliare le spese del trasporto pubblico e pertanto le somme restituite alle famiglie non sono soldi che abbiamo risparmiato, ma li restituiremo comunque come segnale di vicinanza e attenzione”.

Infine non manca un ringraziamento importante alle associazioni di volontariato: “In particolare a Rosolina soccorso e Protezione civile, per il contributo fattivo nel mappare le situazioni di difficoltà nel territorio e per tutti i servizi resi in questi mesi.”

Marco Scarazzatti

Le più lette