Home Padovano S. Angelo di Piove: il medico di base visiterà a Vigorovea due...

S. Angelo di Piove: il medico di base visiterà a Vigorovea due giorni a settimana

Il medico di famiglia di Vigorovea a S. Angelo di Piove resterà nell’ambulatorio della frazione per due giorni alla settimana

Medico

Probabilmente questa non sarà una soluzione definitiva ma per il momento permette a Vigorovea di continuare a mantenere in paese un servizio fondamentale per l’intera comunità. Il dottor Mattia D’Agosto, chiamato ad aprile a sostituire il dottor Emanuele Visentini dopo il suo pensionamento, aveva annunciato di voler chiudere l’ambulatorio di via Verdi e di trasferirlo, a partire dal primo giugno, in via Marconi a Sant’Angelo.

Una decisione comunicata via mail ai pazienti che ha destato polemiche e preoccupazioni, specie tra gli anziani. In pochi giorni erano state raccolte anche centinaia di firme tra gli oltre 1.600 paesani per chiedere alle istituzioni una soluzione alternativa. L’annuncio – risultato della trattativa tra il Comune, il medico di base, l’Ulss 6 Euganea e il Distretto 3 – è arrivato tramite Facebook: l’ambulatorio medico di Vigorovea viene spostato nei locali comunali di via Padana (sopra il centro anziani, fronte chiesa) e l’operatività viene garantita il martedì e il giovedì.

S. Angelo di Piove, il medico resterà per due giorni a Vigorovea: parla l’amministrazione

“Stiamo valutando anche altre soluzioni che richiedo però tempi più lunghi. Continueremo a lavorare perché possano esserci le condizioni per una soluzione più strutturata a beneficio di tutti i pazienti” ha dichiarato l’assessore ai Rapporti con Vigorovea, Loana Chinello.

“È una vittoria di Pirro. Vigorovea non si accontenta di un medico di base presente solo due giorni la settimana. Il dottor Mattia D’Agosto ha scelto di privilegiare il capoluogo e non possiamo contestare la legittimità della sua scelta, perché non ha obblighi di territorialità, ma non possiamo accettare questa decisione rassegnati. A nome di centinaia di cittadini chiediamo la presenza di un medico in paese per tutta la settimana”. Lo dichiarano Paolo Bedon e Fiorenzo Salmaso, due dei 550 firmatari della petizione per chiedere la presenza fissa del medico di base in paese.

Martina Maniero

Le più lette