Home Veneziano Chioggia Sottomarina: Forte San Felice, saltate le visite di primavera si attendono disposizioni...

Sottomarina: Forte San Felice, saltate le visite di primavera si attendono disposizioni per il programma estivo

Il 9 e 10 maggio 2020 erano previste le “Giornate nazionali dei Castelli”, promosse dall’Istituto Nazionale dei Castelli sotto l’egida del Ministero dei Beni Culturali e tra questi forti e castelli compariva anche il Forte San Felice a Sottomarina.

Forte San Felice

Il sabato 9 maggio era anche in programma un convegno organizzato insieme al Comune di Chioggia con la partecipazione degli Enti coinvolti nel recupero del Forte, nel pomeriggio e la domenica 10 mattina le visite guidate a cura del Comitato Forte San Felice. Tutto è stato però annullato a causa del Coronavirus. Ci si deve per il momento accontentare dei suggestivi scatti diffusi dall’Istituto Italiano Castelli (https://tg24.sky.it/cronaca/photogallery/ 2020/04/29/castelli-piu-belli-italia.html) dove compare il Forte di Chioggia, confermando così l’importanza culturale e la necessità e urgenza di un suo pieno recupero.

Sottomarina, si attendono disposizioni per le visite estive

Tutte le visite di scuole o gruppi già in programma per questa primavera sono saltate e così anche le visite previste nel mese di giugno; per quelle del 4 luglio, 8 agosto e 19 settembre bisognerà attendere le nuove disposizioni prima di poterle confermare. La partecipazione dei cittadini è una grande spinta affinché gli Enti preposti superino le difficoltà che rallentano il processo di recupero del Forte.

Nel corso degli anni 2018 e 2019, dopo la sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra Ministeri e Comune, le visite organizzate dal Comitato – tra Giornate del FAI (con aspiranti-ciceroni gli studenti dell’Istituto “Cestari-Righi”), programma di visite richiesto dal Comune, scuole e associazioni – hanno coinvolto circa 4800 persone accompagnate dentro il Forte San Felice. Assai apprezzati dai visitatori gli interventi realizzati per il contributo del FAI (con integrazione del Comune): il belvedere sul bastione sud, con suggestiva vista panoramica sulla laguna e la città, e il pontile di attracco adeguato funzionalmente, da cui hanno potuto accedere via acqua i visitatori disabili (e.f.)

Le più lette