Home Padovano Padova Est Vigonza, battaglia contro l’installazione delle antenne 5G

Vigonza, battaglia contro l’installazione delle antenne 5G

“Non siamo cavie!”, “Fermiamo la sperimentazione 5G”. Sono questi le frasi d’allarme scritte su centinaia e centinaia di volantini stampati e distribuiti nelle cassette delle poste di moltissime abitazioni del comune di Vigonza nelle scorse settimane.

5 g

Il Comitato “Stop 5G No Elettrosmog” di Vigonza ha deciso di lanciare una vera e propria battaglia contro l’installazione di antenne 5G sul territorio comunale. Per chi non ancora non lo sapesse, il 5G è la tecnologia di rete mobile che si prepara a superare l’attuale 4G Lte. Con il termine 5G, infatti, si indicano tecnologie e standard di nuova generazione per la comunicazione mobile.

Questa “quinta generazione”, che segue le precedenti 2G, 3G e 4G, è quindi la tecnologia di connessione che utilizzeranno i nostri smartphone e tanti altri oggetti, tra cui (elettrodomestici, auto, orologi, ecc.). Una delle caratteristiche principali di questa rete è, infatti, proprio quella di permettere molte più connessioni in contemporanea, con alta velocità e tempi di risposta molto rapidi. Non è solo un’avanzamento del caro e “vecchio” 4G, ma è anche un diverso modo di gestire le comunicazioni e la copertura, con frequenze, antenne e tecniche di trasmissione dei dati differenti rispetto al passato.

Vigonza, stop al 5 g

Ed è proprio contro l’installazione di un’antenna base di 5a generazione, in via Matteotti a Vigonza, che il suddetto Comitato vigontino ha iniziato a scagliarsi. Come si legge dal volantino: “l’attivazione di questa antenna, e della conseguente rete di ripetitori che dovranno essere installati successivamente, comporterà un enorme incremento dell’esposizione ad onde elettromagnetiche, con conseguenze pericolose per la salute delle persone. Ci siamo informati e documentati, attingendo alle informazioni disponibili grazie al lavoro di associazioni come Apple (Associazione Per la Prevenzione e Lotta all’Elettrosmog)”. L’obiettivo che si prefigge questo comitato è quello di sensibilizzare il maggior numero di persone sui rischi dell’elettrosmog ed in particolare della sperimentazione 5G, e di chiedere al Comune di emettere una moratoria che sospenda gli impianti in costruzione e blocchi eventuali future concessioni sino a che non saranno chiariti i tanti dubbi sulla pericolosità delle antenne.

“Siamo certi che se il gruppo delle persone che chiedono lo Stop 5G anche a Vigonza crescerà, – si legge dal volantino. Il Sindaco non potrà più ignorare le nostre preoccupazioni. Coraggio quindi, non accettiamo il ruolo di cavie! L’unica partita certamente persa è quella non giocata! Noi ci siamo e tu?” Nonostante questo Comitato sia convinto della propria battaglia contro l’installazione delle antenne 5G a Vigonza, è giusto ricordare come ci siano decine di studi sperimentali condotti da enti nazionali e internazionali (Iss, Oms, ecc.) che asseriscono la non ptrovata per ora pericolosità delle onde 5G sull’essere umano. Manuel Matetich

Le più lette