Home Veneziano Miranese Nord 5G, Noale dice no alle antenne

5G, Noale dice no alle antenne

Ordinanza del sindaco di Noale per sospendere la sperimentazione o l’attivazione del 5G sul territorio

noale antenne 5g
Il no di Noale al 5G

Il comune di Noale dice no alle antenne di 5G, la tecnologia di rete mobile. L’amministrazione comunale, a novembre 2014, ha approvato il piano antenne con il quale ha voluto dare una linea chiara per localizzazione degli impianti di telefonia mobile, per una gestione razionale dell’uso del territorio, la tutela dell’ambiente e del paesaggio ma soprattutto limitare le esposizioni e proteggere la popolazione dai campi elettromagnetici.

Aggiornamento del piano antenne

Nel piano antenne però, non era stata fatta alcuna menzione alla tecnologia 5G in quanto non ancora esistente pertanto, l’amministrazione, ha deciso di emanare un’ordinanza del sindaco per sospendere la sperimentazione o l’attivazione di impianti 5G sul territorio, in applicazione del principio di precauzione e minimizzazione all’esposizione ai campi elettromagnetici, fintanto che non saranno fornite adeguate garanzie circa la tutela della salute da parte degli enti competenti. La notifica del provvedimento, è stata inviata alle maggiori compagnie di telefonia mobile operanti in Italia e alle istituzioni e alle agenzie preposte al controllo dell’ambiente e alla tutela della salute di cittadini (Ministero della salute, regione del Veneto, Arpav, Ulss 3 Serenissima). “In accordo con l’assessorato alle politiche ambientali ho siglato l’ordinanza – ha spiegato la sindaca Patrizia Andreotti – perché uno dei miei più importanti doveri, in base al principio di precauzione, è assumere ogni accorgimento possibile per evitare danni alla salute dei cittadini ed eliminare tutte le forme di inquinamento, compreso quello elettromagnetico”.

Roberta Pasqualetto

Le più lette