Home Veneziano Riviera del Brenta Accordo fra Ulss 3 e Comune di Mira, parte il nuovo distretto

Accordo fra Ulss 3 e Comune di Mira, parte il nuovo distretto

All’edificazione della nuova sede distrettuale, che avrà una superficie complessiva di 1.300 metri quadrati, provvederà l’Ulss 3

La firma dell’accordo

Un firma rilancia il percorso che conduce alla realizzazione della nuova sede del distetto sanitario della Riviera del Brenta. A siglarla nelle scorse settimane sono stati il direttore generale dell’Ulss 3 Serenissima, Giuseppe Dal Ben, e il Sindaco del Comune di Mira, Marco Dori, stipulando l’“intesa preliminare” tra i due enti “per la realizzazione del nuovo distretto socio-sanitario unico della Riviera del Brenta”. Alla progettazione e all’edificazione della nuova sede distrettuale,che avrà una superficie complessiva di 1.300 metri quadrati circa, provvederà l’Ulss 3 Serenissima.

La collocazione in cui sorgerà il nuovo distretto è di proprietà del Comune di Mira, all’interno del terreno un tempo occupato dal campo da rugby. La progettazione avverrà “sulla base del progetto preliminare preventivamente condiviso con il Comune di Mira”.

Le parole del direttore dell’Ulss 3 Serenissima

Una volta edificato, il nuovo distretto socio-sanitario sarà interamente di proprietà dell’Azienda sanitaria. “Poniamo un punto fermo – ha sottolineato il direttore generale Giuseppe Dal Ben – come tappa importante dentro il percorso che porta alla realizzazione di una sede moderna, che questo territorio attende da tempo, e che ora finalmente ha una collocazione e una prospettiva di realizzazione. La sede distrettuale costituirà per la Riviera del Brenta un presidio importante, un polo di salute territoriale riconoscibile, a cui faranno riferimento gli utenti della Riviera del Brenta”.

“Abbiamo lavorato fin dal primo giorno per questo accordo – ha rimarcato il sindaco Marco Dori – e ringrazio l’azienda sanitaria per la collaborazione ricevuta. Ci sono cambiamenti sostanziali rispetto al passato, a partire dalla posizione. L’ex campo da rugby è in zona centrale, ben servita e facilmente accessibile. Il distretto è anche una opportunità di sviluppo per tutta l’area. Il nuovo progetto verrà condiviso con l’amministrazione e sarà realizzato direttamente dall’Ulss3”. Presente alla firma anche l’assessore comunale Francesco Sacco, che, ha sottolineato: “E’ un passo importante e l’inizio di un percorso che ci porterà alla realizzazione di un’opera i cui servizi per la salute pubblica sono fondamentali per Mira e tutta la Riviera, a servizio del territorio”.

Quanto all’attuale sede distrettuale di Villa Lenzi, che secondo il protocollo “è da intendersi in regime di comproprietà fra i due enti in quote già determinate”, con l’intesa Ulss 3 e Comune di Mira procedono in accordo all’alienazione, “successivamente all’attivazione del nuovo fabbricato previa acquisizione delle autorizzazioni regionali necessarie”. Il Comune di Mira si impegna a partecipare alla realizzazione della nuova sede distrettuale mettendo a disposizione quota parte dell’area “ex campo da rugby”, “in permuta di quote di proprietà di Villa Lenzi”. La valutazione attuale del terreno “sarà effettuata di concerto tra gli uffici tecnici dei due enti o tramite l’Agenzia del Territorio o Agenzia delle Entrate”.

Le più lette