Home Padovano Padova Nord Cadoneghe, nuova ordinanza: stop vetro nei parchi e alcol test anche a...

Cadoneghe, nuova ordinanza: stop vetro nei parchi e alcol test anche a chi guida la bicicletta o è minorenne se sorpreso ubriaco

La nuova ordinanza del sindaco di Cadoneghe per contrastare il degrado

Foto dal profilo facebook di Marco Schiesaro

“Come avete compreso, in queste settimane abbiamo intensificato i controlli nei parchi, nelle piazze del nostro Comune al fine di contrastare i fenomeni quali l’abbandono di rifiuti, il danneggiamento della proprietà pubblica per sensibilizzare tutti sull’importanza a rispettare ciò che ci circonda” sono le parole di Marco Schiesaro sindaco di Cadoneghe.

Le dure parole del sindaco di Cadoneghe

“Le attività portate avanti dagli agenti di Polizia si sono allargate al controllo della velocità nelle aree urbane, della regolarità dei veicoli, fino al controllo delle bici affinché siano in ordine su strada in quanto possono rappresentare potenzialmente un pericolo, se non adeguatamente visibili. Questo ha generato una bella risposta da parte dei genitori e di molti cittadini, anche molti giovani, a prendere coscienza della necessità di rispettare la cosa comune come elemento basilare per una convivenza civile – ha continuato Schiesaro -. Nonostante tutto, anche nella giornata di ieri la Polizia ha sorpreso dei gruppi di ragazzi a lordare i nostri parchi ( alcuni da fuori comune), lasciando a terra decine di bottiglie di birra, vetro e plastica. Le foto qui sotto si riferiscono al Parco della Repubblica, Parco Regeni, Parco della Speranza. Assieme a questo è correlato anche il fenomeno dell’abuso di alcol, molto spesso super alcolici tra i giovanissimi ( under 16, addirittura)”.

“Non va per niente bene. Qualche sera fa, durante i sopralluoghi che ho richiesto e che continueranno in futuro, gli agenti hanno sorpreso dei ragazzi lanciare bottiglie di vetro nei giardini privati e abbandonare resti della “festa” nei parchi. Alcuni di loro hanno risposto reagendo in maniera scomposta ai poliziotti, probabilmente confusi dai fumi dell’alcool appena assunto. Alcuni minorenni sono stati accompagnati a casa dalla polizia locale, altri sono venuti gli stessi genitori a recuperarli. Quindi, vista quanto accade e considerata la necessità di arginare il fenomeno andando in aiuto in primis dei ragazzi stessi oltreché delle loro famiglie domani emanerò un’ordinanza che prescrive il divieto assoluto di portare bottiglie, bicchieri di vetro al di fuori dei plateatici dei bar e quindi anche nei parchi e nelle pubbliche vie”.

“La multa andrà dai 25€ ai 500€. Ai ragazzi che in bicicletta verranno sorpresi ubriachi, come nelle ultime sere, verrà effettuato l’alcool test. La bicicletta è un veicolo, deve essere in ordine e non si deve essere ubriachi alla guida. Divertirsi è importante, va fatto con la testa nel rispetto degli altri. La libertà è anche rispetto verso il prossimo, della cosa pubblica. I problemi si affrontano subito – ha concluso Schiesaro -. Prima che sia troppo tardi. E devo dire che i genitori hanno apprezzato moltissimo.

Le più lette