Home Padovano Camposampierese Ovest Campodarsego, nessun nome per il dopo Patron

Campodarsego, nessun nome per il dopo Patron

A distanza di due mesi anche nel Camposampierese il mondo della politica ha già iniziato a scaldare i motori per l’election day di settembre

Mirko Patron

Alle urne si andrà per cambiare, innanzitutto, il governo regionale con il Carroccio dato per superfavorito anche a livello locale vista la buona prova sul campo di tanti neosindaci leghisti, eletti lo scorso anno, da Borgoricco con Alberto Stefani a San Giorgio delle Pertiche con Daniele Canella. Ma gli elettori andranno al voto anche per cambiare alcuni primi cittadini.

È il caso del sindaco Mirko Patron, da dieci anni alla guida del paese e che, quindi, non si potrà più ricandidare. Per Patron che potrebbe correre per un posto nella futura giunta comunale, è data però per certa una candidatura alle regionali. Intanto, sino a quando scriviamo, nessun nome ufficiale, finora, è stato fatto. E se la Lega sembra essere la compagine finora senza grandi problemi, i grandi giochi sembrano avvenire soprattutto nell’area del centrosinistra con tutte le diverse anime, dai rapporti non sempre idilliaci anche nel Camposampierese. Pressoché impossibile, del resto, che a questo territorio non venga permesso di poter esprimere un candidato tutto suo vista la conferma al governo in amministrazioni importanti come Camposampiero.

Il municipio di Campodarsego e il sindaco uscente Mirko Patron sanzago e Loreggia. Se così non fosse si tratterebbe davvero di uno schiaffo per una zona che ha sempre assicurato governi e pure un grande serbatoio di voti al Pd, per il quale la candidatura più papabile è quella del sindaco di Noventa e segretario del Pd regionale Bisato, ma anche delle altre anime del centrosinistra da Italia Viva ad Azione, il partito di Carlo Calenda che nel camposampierese ha fatto tappa più volte.

Nicoletta Masetto

Le più lette