Home Padovano Camposampierese Est Camposampiero, cancelli in stazione: “Vogliamo evitare situazioni di degrado”

Camposampiero, cancelli in stazione: “Vogliamo evitare situazioni di degrado”

La stazione, zona critica della città, sarà ora maggiormente controllata

Stazione Camposampiero

Ha aperto i battenti a fine giugno il sottopasso ciclo-pedonale della stazione ferroviaria che collega via Marconi con via Fermi. Prima di riaprirlo e renderlo fruibile il Comune ha, comunque, deciso di installare dei cancelli antivandali proprio all’ingresso del tunnel. Questo per evitare il ripetersi di episodi di degrado molto frequenti nella zona della stazione ferroviaria. Realizzato circa 40 anni fa per collegare il centro del paese in una zona di San Marco, il sottopassaggio, dai muri imbrattati e più volte ripuliti, è diventato spesso una discarica di rifiuti di ogni tipo.

Ora, a ridosso della stazione stessa, sono stati sistemati cancelli motorizzati che si chiuderanno automaticamente di notte, regolati da orologi e con un dispositivo di apertura all’interno del sottopassaggio per chi incautamente dovesse rimanere chiuso all’interno. Negli intenti del sindaco Katia Macarrone e della sua giunta c’è soprattutto la volontà di garantire sicurezza intutta l’area della zona stazione ferroviaria, che si trova in centro e a pochi metri dalle scuole, così da evitare il transito di biciclette o pedoni nelle ore serali e notturne nel sottopasso che attraversa i binari. Per sostenere i costi del progetto e la realizzazione delle opere l’’amministrazione ha stanziato poco più di 11 mila euro. Il tunnel sarà utilizzabile solo di giorno, dalle 6.30 alle 9 di sera.

Alla riapertura del varco ci saranno nei due ingressi del sottopassaggio altrettanti cancelli con una cicalina di avviso. Dopo pochi minuti dalla sua entrata in funzione la struttura in metallo, infatti, è destinata a chiudersi: se qualcuno dovesse rimanere all’interno è previsto un pulsante di sblocco.

Le parole dell’amministrazione comunale di Camposampiero

“Nonostante le ronde di controllo da parte delle forze dell’ordine – afferma l’assessore Carlo Gonzo – il sottopasso è invaso da sbandati che bivaccano alla sera, lasciano rifiuti e fanno indisturbati i loro bisogni. Come amministrazione pensiamo che questa operazione che segue di poco tempo la sistemazione delle barriere di cemento e la riorganizzazione dell’area esterna della stazione ferroviaria sia un’ulteriore accortezza da parte della nostra maggioranza verso una zona molto critica del paese. Noi confidiamo molto sulla vigilanza dell’area della stazione da parte dell’associazione pensionati che gestisce egregiamente la sede del gruppo. Siamo intervenuti anche a seguito di ripetute segnalazioni giunte da cittadini in allarme per lo stato in cui versa l’area ferroviaria e, soprattutto, all’altezza del collegamento ciclo pedonale che unisce via Marconi e via Fermi. Questo ci ha spinto a intervenire quanto prima con l’installazione dei cancelli che speriamo serva da deterrente”. Nicoletta Masetto

Le più lette