Home Veneziano Chioggia Chioggia: amministrazione indecisa e priva di idee compromette la ripartenza

Chioggia: amministrazione indecisa e priva di idee compromette la ripartenza

Stagione estiva, mercato del giovedì e prospettive future per la ripartenza di Chioggia.

chioggia ripartenza normalità
Stagione estiva mercato: prospettive future per la ripartenza

Marco Dolfin, capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale, commenta il ritorno di Chioggia alla “nuova normalità”. Quella “normalità” prevista nella Fase 3, con il progressivo allentamento delle restrizioni legate all’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus . “Partendo dalla questione del “Mercato del giovedì – esordisce Dolfin – potremmo di certo sintetizzare la situazione con un semplice titolo: “Fallimento totale” da parte dell’Amministrazione comunale; in primis l’assessore Cavazzana. L’amministrazione nei tempi e nei modi, non è stata capace di organizzarsi a dovere, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti”. “L’indecisione nelle scelte più opportune da mettere in campo” non è andata giù all’esponente della Lega.

“Prima si, dopo no, – commenta – un “tira e molla” che alla fine ha fatto arrabbiare non solo gli attori in questione (216 banchi di ambulanti e commercianti); ma anche la politica. A più riprese mi sono scagliato contro l’Amministrazione comunale visto il modo ingiusto di comportarsi verso chi opera settimanalmente nella nostra città”. La polemica tocca il culmine con la nota vicenda delle multe comminate agli ambulanti che non hanno seguito in toto le misure di sicurezza stabilite dal Comune. “Una cosa vergognosa – afferma Dolfin – , che non ha precedenti. La chiosa non può Il capogruppo della Lega in Consiglio comunale Marco Dolfin che essere dura: “una mozione di sfiducia (già presentata), sarà il minimo, da portare all’attenzione del Consiglio Comunale”.

La stagione estiva, con la pletora di soggetti e aziende coinvolte, è paragonata a una montagna da scalare dal capogruppo della Lega.

“Mi auguro – osserva – che le categorie del settore turismo, assai funzionali, sappiano mettere in campo il meglio delle loro capacità per la Città di Chioggia, la spiaggia di Sottomarina – Isola Verde. Non manca anche in questo caso una tirata di orecchie all’ Amministrazione, rea di essere poco attenta alle tante tematiche di gestione (parcheggi, verde pubblico, efficienza organizzativa, investimenti,patrimonio pubblico, programmazione, ordine… per citarne alcune)”. Chiediamo a Dolfin quale ritiene siano le priorità per investimenti a Chioggia e Sottomarina, nell’ipotesi di potere avere la possibilità di dover gestire finanziamenti a fondo perduto.

“Per quanto riguarda la possibilità di avere dei veri finanziamenti a fondo perduto, mi rendo conto che spesso non si hanno le capacità di spenderli nel modo più appropriato; basti pensare ai finanziamenti della legge speciale non utilizzati! Ad oggi infatti, di questi finanziamenti ne sono stati spesi gran pochi, e questo la dice lunga. Avere soldi ma non riuscire ad impegnarli dimostra ancora una volta la mancanza di progettualità, di organizzazione, di capacità di scelte, ma soprattutto di programmazione da parte di chi poi è chiamato a gestire il bene pubblico”. “Mi auguro – conclude – che, i finanziamenti arrivino in città, e che vi sia la capacità di spesa sul territorio, dove più necessita: infrastrutture legate alla viabilità, aree attrezzate per giochi , parcheggi, verde e tanto altro ancora”.

Luca Rapacciuolo

Le più lette