Home Salute Come difendersi dal grande caldo

Come difendersi dal grande caldo

Comportamenti e precauzioni da adottare quando aumentano le temperature

Caldo estivo

Arriva il grande caldo, aumentano le temperature e con esse il disagio fisico.

Come comportarsi in questi giorni? Quali accorgimenti adottare? Quali abitudini cambiare?

Dall’alimentazione all’attività sportiva, dalla passeggiata al tipo di abbigliamento: abbiamo cercato, con l’ausilio del sito del Ministero della Salute, di dare alcune indicazioni sui comportamenti e le precauzioni che si devono adottare nel corso di queste giornate molto calde.

Se si esce di casa. E’ consigliabile ripararsi la testa con un cappello leggero a falde larghe; in auto usare tendine parasole. All’interno di un’automobile le temperature possono raggiungere velocemente valori molto elevati. Evitare di lasciare i bambini da soli in macchina, anche se per brevi soste. Indossare indumenti chiari, non aderenti, di cotone o lino, in quanto le fibre sintetiche impediscono la traspirazione. Usare creme solari protettive e occhiali da sole. Chi soffre di diabete deve esporsi al sole con cautela, onde evitare ustioni serie, a causa della minore sensibilità al dolore.

Quando uscire. Durante le giornate eccessivamente calde deve essere ridotta l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 11.00 e le 18.00. In particolare, nelle ore più calde della giornata si sconsiglia l’accesso ai parchi e alle aree verdi, dove possono essere presenti elevati livelli di ozono nell’aria. L’aumento della concentrazione di ozono nell’aria costituisce un problema di sanità pubblica in particolare per i gruppi di popolazione maggiormente sensibili quali i bambini, gli anziani, i soggetti affetti da asma, patologie respiratorie e cardiovascolari; questi ultimi possono manifestare sintomi e/o aggravamento del quadro clinico preesistente. Inoltre, durante le ore più calde della giornata deve essere evitata l’attività fisica intensa all’aria aperta.

L’attività sportiva all’aperto. Può comunque svolgersi l’attività sportiva all’aperto ma va evitata la fascia oraria dalle 11.00 alle 18.00 e bisogna prestare particolare attenzione ad una adeguata idratazione. Inoltre, nei giorni molto caldi, evitare le aree verdi, dove si registrano le maggiori concentrazioni di ozono.

Cosa mangiare in estate. E’ meglio consumare pasti leggeri, preferire la pasta e il pesce alla carne, evitando i cibi elaborati e piccanti; consumare molta frutta e verdura. Qualche gelato è concesso, ma si consigliano quelli al gusto di frutta, meno calorici. Evitare i pasti abbondanti, preferendo quattro, cinque piccoli pasti durante la giornata.

Quanto e cosa bere. E’ importante bere, anche in assenza dello stimolo della sete. Si consiglia di bere almeno due litri al giorno, salvo diverso parere del medico, di moderare l’assunzione di bevande gassate e zuccherate, ricche di calorie, di evitare gli alcolici e di limitare l’assunzione di bevande che contengono caffeina (caffè, tè nero etc.) Gli integratori di sali minerali. Possono essere utili ma la loro assunzione dev’essere sempre consigliata dal medico curante.