Home Veneto Attualità Coronavirus, la rabbia di Zaia e una nuova ordinanza: “ Per me...

Coronavirus, la rabbia di Zaia e una nuova ordinanza: “ Per me carcerazione e ricovero coatto”

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia oggi in conferenza stampa ha dimostrato rabbia per il nuovo focolaio di coronavirus a Vicenza

coronavirus zaia focolaio
Zaia oggi in conferenza stampa ha dimostrato rabbia per il nuovo focolaio di coronavirus a Vicenza

“Abbiamo cinque positivi, dei quali tre a Vicenza, uno a Padova e uno a Verona”. I casi hanno dato vita a 52 isolamenti fiduciari a Vicenza e 37 a Verona. Non mi sembra normale che accada questo”.
Il nuovo paziente, ora in terapia intensiva, ha importato il virus dalla Serbia e non solo si è rifiutato di essere ricoverato dopo aver appreso, di essere positivo al tampone, ma addirittura non si è isolato e ha incontrato molte persone.

“La legge prevede una multa di mille euro: mi sembra ridicolo pensare che la vita delle persone valga mille euro – commenta Zaia – se uno commette un reato così importante da infettare delle persone. Penso che sia fondamentale che ci sia il Tso, non possiamo far decidere al paziente”

Lunedì la nuova ordinanza di Zaia

Il governatore annuncia per lunedì 6 luglio una nuova ordinanza per inasprire le regole, “Abbiamo le armi spuntate, non ne usciamo, se fosse per me prevederei anche la carcerazione” e “il ricovero coatto, il Tso, perché non possiamo stare lì a discutere con una persona che non vuole farsi ricoverare. Dobbiamo anche essere severissimi con gli isolamenti fiduciari“. “Ho detto ai direttori – ha aggiunto – di denunciare all’autorità’ pubblica, quando vedono qualcosa che non funziona”.
Per il governatore però è necessario un intervento del governo, “invito – ha aggiunto – il ministro Speranza: si faccia un Dpcm, un’ordinanza o qualcosa. I positivi da curare e i contatti stretti da isolare sono due attività da governare anche con fermezza se serve”