Home Veneziano Cavarzere Dal Comune di Cona un aiuto alle famiglie per i centri estivi

Dal Comune di Cona un aiuto alle famiglie per i centri estivi

Un buono per agevolare i nuclei famigliari ad abbassare i costi dei centri estivi a fronte del rincaro a causa del Coronavirus

Centri estivi

“La ripartenza nel territorio di Cona è passata anche attraverso l’istituzione di due centri estivi grazie al lavoro dell’Unità Pastorale (le cui attività dureranno fino al 10 luglio per i bimbi dai 3 ai 5 anni e al 31 luglio per i ragazzi più grandi presso la scuola materna San Giovanni Bosco) e di Corte Bonicella, con il suo summer camp ad ispirazione montessoriana e bilingue” lo ha dichiarato il primo cittadino di Cona Alessandro Aggio.

Le parole del sindaco Alessandro Aggio

“Il Comune è andato incontro alle famiglie con un “buono centro estivo”. Coloro che hanno effettuato la richiesta hanno potuto usufruire di questa agevolazione per abbassare i costi dei centri estivi a fronte anche del rincaro che hanno subito quest’anno a causa del Coronavirus – ha continuato il sindaco -. Prossimamente partirà a Pegolotte la nuova trance di efficientamento energetico dell’impianto di illuminazione pubblica, con la sostituzione delle vecchie plafoniere con quelle a led attraverso il finanziamento ministeriale. Continuiamo con il processo di integrazione cominciato circa un anno fa con ulteriori lavori per un importo di circa 50mila euro”.

Sugli interventi previsti nei prossimi mesi è intervenuto anche il responsabile dell’ufficio Tecnico, il geometra Mauro Bellotti, che ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto un finanziamento regionale di una domanda che avevano fatto di 44mila euro per la sistemazione di alcune vie del centro (precisamente Via Don Bosco e via Verona) soprattutto per quanto riguarda la sistemazione dei marciapiedi. Anche il Comune parteciperà, gli importi saranno così suddivisi: 50% fondi regionali e 50% fondi propri”.

“Un altro intervento molto importante consiste della destinazione di una cifra davvero consistenze nella costruzione di nuovi loculi al cimitero di Cantarana” ha concluso Bellotti. Erika Masiero

Le più lette