Home Veneziano Riviera del Brenta Dolo: elezioni, il centrodestra candida Michelotto

Dolo: elezioni, il centrodestra candida Michelotto

Forza Italia non appoggerà l’esponente leghista. Il centrosinistra sottolinea i risultati raggiunti e punta sul sindaco uscente Polo

Michelotto

Estate infuocata dal punto di vista politico a Dolo. In vista delle elezioni comunali previste per settembre, il centrodestra lancia la sfida al sindaco uscente Alberto Polo, e candida Ivano Michelotto 37 anni, alla poltrona di primo cittadino. A sostenerlo ci sarà la Lega, Fratelli D’Italia, il gruppo civico “Forza Dolo” e i centristi dell’ex assessore Carlotta Vazzoler. Non ci sarà invece Forza Italia che non appoggerà la candidatura di Michelotto. La lista “Dolo Democratica” intanto per la maggioranza di centrosinistra, rivendica i risultati raggiunti. Ma partiamo dalla candidatura di Michelotto.

La candidatura di Michelotto a Dolo

“E’ stata raggiunta – spiegano i gruppi del centrodestra in una nota congiunta – una intesa tra le forze politiche e civiche del paese, l’associazionismo ed il volontariato del centrodestra dolese. Presenteremo la Lista Civica “Obiettivo Comune” candidandoci come futuro gruppo amministrativo per le prossime comunali”. Il candidato sindaco che guiderà la lista è Ivano Michelotto, giovane professionista dolese residente a Sambruson socio di un noto studio di progettazione di impianti tecnologici della Riviera del Brenta. Michelotto ha un passato da sportivo, è da molti anni impegnato come volontario alla Croce Verde Mestre, vicepresidente associazione di promozione sociale, donatore Avis. “Conosco Ivano da molti anni- assicura Mario Vescovi segretario della Lega ex assessore e consigliere comunale uscente- è un giovane imprenditore che vive in prima persona le difficoltà e i sacrifici conoscendone bene le dinamiche”. Per Matteo Gaspari esponente di Fratelli d’Italia: “l’intesa raggiunta è frutto di un percorso iniziato da diversi mesi durante i quali abbiamo potuto apprezzare le qualità umane e professionali di Michelotto”. Per Giuliana Marcato del gruppo “Forza Dolo, Michelotto è un giovane uomo che porta con sé”veri valori della vita”.

Per Carlotta Vazzoler referente per Dolo di “Progetto Civico”, già assessora e consigliera uscente: “il progetto nasce da un sentimento condiviso: rimettere i cittadini al centro dell’ azione politica”. “È doveroso fare una puntualizzazione- spiega in una nota Forza Italia. Per parlare di centrodestra unito è necessario includere Forza Italia, e Forza Dolo non è Forza Italia. Siamo un partito che dice no al nuovismo, in un momento di grandissima difficoltà come questo non ce la sentiamo di appoggiare, senza un doveroso confronto sul programma, chi non ha esperienze di amministrazione”. Poi il bilancio della maggioranza di centrosinistra. “In questi anni – spiegano gli esponenti di Dolo Democratica – abbiamo recuperato “il tempo perduto” restituendo a Dolo quel ruolo di centro strategico della Riviera e dell’intera area metropolitana veneziana che era stato perso. Opere pubbliche, investimenti su piste ciclabili e scuole, un nuovo piano urbanistico che dimezza il consumo di suolo, iniziative culturali che hanno riportato la nostra città, ad essere attrattiva per migliaia di persone”.

Ma non solo. “Aver cancellato – continuano – Veneto City e il passaggio della Romea Commerciale, aver concluso l’accordo per spostare fuori dal centro il deposito Actv, erano impegni precisi. Ora i riflettori dovranno essere puntanti, ancora di più, su ospedale e casello autostradale: servizi essenziali sui quali la Lega, per ordini di partito, non si pronuncia o meglio, dice che va tutto bene”. “Nei prossimi giorni – concludono – presenteremo la nostra lista che vedrà molte riconferme rispetto all’amministrazione in carica, salvo alcuni che per ragioni personali non si candideranno e poi alcune importanti sorprese”.

Alessandro Abbadir

Le più lette