Home Ecobonus Ecobonus al 110%: il requisito fondamentale è il miglioramento energetico

Ecobonus al 110%: il requisito fondamentale è il miglioramento energetico

Il requisito essenziale per richiedere l’Ecobonus al 110% è che i lavori dovranno migliorare la classifi cazione energetica di almeno 2 classi

Ecobonus 110%

Il beneficio lo si ottiene grazie alla possibilità di:
• detrazione,
• cessione del corrispondente credito fi scale,
• compensazione dei propri debiti fi scali
• sconto diretto in fattura.

Sono previste tre categorie di interventi, defi nite “trainanti”, che permettono l’accesso all’Ecobonus 110%. Scegliendo una di queste categorie è possibile portare il benefi cio fi scale al 110% anche per altri interventi ammessi, defi niti “trainati”, che invece diversamente e da soli avrebbero uno sgravio fi scale inferiore, quali ad esempio gli interventi di sostituzione degli infi ssi, installazione di pompe di calore, caldaie e scaldacqua a pompa di calore e altro previsto dal vecchio Ecobonus.

Le tre categorie trainanti sono:

IL “CAPOTTO TERMICO”
Interventi di isolamento termico delle superfi ci che interessano la parte esterna dell’edificio.

EDIFICI
Interventi sulle parti comuni degli edifi ci per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con effi cienza almeno pari alla classe A, a pompa di calore e sistemi ibridi e geotermici, anche abbinati all’installazione di pannelli fotovoltaici.

CASE UNIFAMILIARI
Interventi sugli edifi ci unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore e sistemi ibridi e geotermici, anche abbinati all’installazione di pannelli fotovoltaici, o con impianti di microgenerazione.

Infine l’Ecobonus al 110% è esteso agli interventi previsti dal precedente Sismabonus, per lavori di adeguamento antisismico.

Sono nate molte realtà che aiutano i privati e le aziende ad ottenere i vantaggi per il cliente e per il fornitore, al 110%! In particolare UNICONFAC, Unione Confederale Azioni Concrete, ha dato vita ad UniConsorzi, che riunisce in tutta Italia ed in particolare in Veneto, i migliori professionisti del settore e migliaia di general contractor per l’acquisizione del credito d’imposta e per l’attivazione dello sconto in fattura. Info su teamcasabonus.it