Home Padovano Bassa Padovana Este, Giulio Deangeli conquista ben cinque borse di studio

Este, Giulio Deangeli conquista ben cinque borse di studio

Laureando alla Sant’Anna di Pisa, è il primo studente italiano ad ottenere tre borse dall’Università di Cambridge

Giulio Deangeli

Giulio Deangeli è ormai un orgoglio atestino. Lo studente di 25 anni, prossimo alla laurea in Medicina alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, è il primo studente italiano a conquistare contemporaneamente cinque borse di studio estremamente selettive, fra cui ben tre borse ufficiali dell’Università di Cambridge. Ex liceale al “Ferrari”, già vicecampione mondiale alle Olimpiadi delle Neuroscienze del 2013, Deangeli sta dedicando studi e ricerche al mondo delle malattie neurodegenerative.

Il giovane è appena stato nominato fra i 24 studenti europei insigniti della massima onorificenza dell’Università di Cambridge, il Vice- Chancellor’s Award. Cambridge riceve 22.000 domande l’anno per i corsi post-laurea: la borsa di studio appena guadagnata dallo studente atestino viene conferita per meriti accademici e di ricerca ai migliori 250 candidati in tutta l’università, indipendentemente dalla nazionalità. A rendere ancor più speciale il traguardo del giovane è inoltre arrivato un cofinanziamento dell’esclusivo Darwin College: di fatto, Deangeli ha ottenuto una doppia borsa di studio, riconoscimento che in media viene conferito a un solo studente ogni anno.

La “collezione” di riconoscimento però non finisce qui: appena qualche settimana fa Deangeli era risultato vincitore dell’Mrc Dtp Grant della School of Clinical Medicine, ottenuto peraltro senza neppure doversi candidare. A queste si aggiungono la Hevolus Innovation Scholarship, conferita dall’omo- Banca Prealpi Antiga confermato nima azienda, partner italiana di Microsoft e fortemente impegnata nel talent scouting, e la Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship.

Le parole di Giulio Deangeli

E questo per citare solo l’ultimo anno. «Il mio amore per la scienza è sempre stato viscerale e la Sant’Anna mi ha permesso di vivere queste esperienze di studio e ricerca eccezionali», sottolinea Deangeli, che spesso e volentieri torna nella sua Este per condividere – anche attraverso incontri pubblici – le sue recenti ricerche e scoperte.

Le più lette