Home Breaking News Movida a Mira e Dolo, scattano le proteste dei residenti per schiamazzi...

Movida a Mira e Dolo, scattano le proteste dei residenti per schiamazzi e vandalismi

A Mira e Dolo arriva l’estate e come ogni anno, nelle aree della” movida”, nonostante tra l’altro quest’anno ci sia l’emergenza sanitaria, scoppiano schiamazzi fino a tarda ora, urla, minacce e intimidazioni ai residenti

Movida

E poi: gente che non rispetta minimamente le distanze di sicurezza previste per limitare il Covid. A Mira Taglio in piazza san Nicolò nei fine settimana le lamentele non mancano. La piazza si trova a ridosso dell’ex Mira Lanza e con i locali alla piazza si affacciano anche tanti appartamenti con famiglie. La musica alta dei locali, sottolineano i residenti, va avanti fino alle tre di notte. Se si parla, spiegano, e si chiede il rispetto della quiete, nascono alterchi. I residenti stanno raccogliendo firme per una petizione che consegneremo al Comune in queste settimane.

A Dolo l’area in fibrillazione è quella dell’Isola Bassa e di Piazza Cantiere. L’area cioè lungo il Naviglio dei locali e della movida di tutta la Riviera del Brenta. Ogni fine settimana gruppi di ragazzi che fanno festa e ballano tutti insieme fuori dai locali, urla di ubriachi. Assembramenti e zero rispetto delle distanze di sicurezza.

Alcuni residenti si sono ritrovati le gomme delle auto tagliate e finestrini rotti. La consigliera dell’opposizione ed ex assessora Carlotta Vazzoler ha chiesto al Comune di Dolo che vengano collocate delle telecamere. (a.a.)

Le più lette