Home Padovano Padova Padova: al bar tutti senza mascherina e la polizia locale lo chiude

Padova: al bar tutti senza mascherina e la polizia locale lo chiude

Continuano i controlli della polizia locale di Padova per far rispettare le misure di protezione contro il coronavirus

padova polizia controlli bar
I controlli dei vigili per far rispettare le regole contro il Covid -19 fa chiudere il locale per la seconda volta

A Padova continuano gli scrupolosi controlli da parte della Polizia Locale per verificare l’ossservanza delle disposizioni ministeriali e regionali che vincolano gestori locali e clienti al rispetto delle misure poste a tutela della salute pubblica. Venerdì scorso, in serata, i vigili hanno accertato che nel bar 100×100, in piazza dei Signori, né gli addetti al servizio ai tavoli, né i clienti indossavano le mascherine, ma si limitavano a portarle sotto la gola. La Polizia Locale ha dovuto applicare nei confronti del titolare, la sanzione di 400 euro e contestualmente la chiusura dell’attività commerciale. Dettagliato rapporto, verrà inviato alla Regione Veneto, essendo state violate le linee guida disposte dall’Ordinanza n. 59 del 13 giugno.

Seconda chiusura per il locale

Per il locale si tratta della seconda chiusura, la prima era stata disposta per la mancata osservanza delle prescrizioni legate alla vendita per asporto, in coincidenza del diffondersi sui media nazionali delle immagini dei festeggiamenti per la riduzione del lockdown.

Il commento del  Sindaco Sergio Giordani

“Lo ribadiamo fino in fondo: l’Amministrazione continuerà in ogni modo ad agevolare le attività produttive e commerciali con concessione di plateatici e spazi pubblici: ma siamo e saremo rigorosi nell’assicurare il controllo sull’osservanza di ogni disposizione su cui si fondi la politica di prevenzione e tutela della salute dei cittadini. I controlli della Polizia Locale sono continui e costanti e proseguiranno nei prossimi giorni sia in borghese, sia in divisa, anche ripetutamente nei confronti di quei locali già sorpresi a non prestare la dovuta attenzione alle regole di prudenza, con comportamenti che contribuiscono a ritardare la piena uscita dalla pandemia”.