Home Padovano Piove di Sacco: commercio, un investimento da 400mila euro per ripartire

Piove di Sacco: commercio, un investimento da 400mila euro per ripartire

Investimenti da qui a settembre per il rilancio del commercio di Piove di Saccco

piove di sacco commercio 400mila euro
Piove di Sacco riparte dal commercio

La parola d’ordine è ripartire. Per questo il Comune di Piove di Sacco ha preparato un consistente piano di investimenti per il rilancio del commercio in città. Azioni straordinarie, da qui a settembre, per ben 400 mila euro. C’è da salvaguardare una comunità che fa del commercio e dell’imprenditoria uno dei propri pilastri. Un piano lungimirante, di investimenti ma anche di protezione del tessuto sociale. “Le persone – esordisce l’assessore Luca Carnio, artefice dell’iniziativa – vengono prima di tutto. Questo piano è un passaggio importante, l’inizio di un percorso. Le misure sono rivolte a tutti i commercianti del centro, del Distretto del commercio e delle frazioni”.

Una prima misura di 170 mila euro interessa la fiscalità

Un primo punto, che da solo vale circa 170 mila euro, riguarda la fiscalità. La tassazione locale sarà azzerata per quanto riguarda tende, insegne e plateatici. Sarà rimodulata per il settore ambulante e si interverrà anche sulla parte variabile della tassa sui rifiuti delle attività produttive. Ci saranno poi interventi normativi, con deroghe agli orari e alle date di apertura dei negozi. Per incentivare i consumi saranno messi in circolo buoni acquisto da 15 e 25 euro da utilizzare negli esercizi cittadini. Si investirà in innovazione con un sito internet che interagirà con la carta fedeltà ”SaccisiCard” e con l’app “Piove di Shopping”. Risorse poi saranno destinate all’arredo urbano, alla formazione dei commercianti, al markeDispositivi medicali donati all’Unità pastorale ting territoriale e a un’imponete campagna di comunicazione.

A Piove di Sacco investimenti anche in sicurezza

Proseguiranno gli investimenti in sicurezza con il potenziamento della videosorveglianza, dell’intelligenza artificiale applicata alla videosorveglianza e un nuovo sistema di “allert”. I negozi saranno sostenuti nei costi di acquisto di mascherine e gel, oltre che nelle operazioni di sanificazione. In tutto questo troveranno spazio anche misure concrete di impegno contro la povertà. “Abbiamo voluto fare parlare ancora una volta i fatti – aggiunge il sindaco Davide Gianella – con misure che non siano solo di aiuto nell’emergenza. È un piano di ripartenza, crescita e sviluppo”. “Interventi – conclude Lucia Pizzo, assessore al Bilancio – che hanno comportato un lavoro significativo per il reperimento di fondi da investire. Non potevamo però fare altrimenti”. Alessandro Cesarat

Le più lette