Home Breaking News Porto Tolle: “Niente tassa di soggiorno e dimezzamento delle tariffe”

Porto Tolle: “Niente tassa di soggiorno e dimezzamento delle tariffe”

La proposta partita dalla minoranza è stata accolta. Ora si pensa alla struttura per accogliere gli anziani

Spiaggia

Per incentivare e promuovere il turismo nel territorio del comune di Porto Tolle, è stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale l’azzerramento della tassa di soggiorno per i mesi di luglio e agosto e il dimezzamento delle tariffe fino al 15 di settembre. La proposta era partita diverse settimane fa dai consiglieri di minoranza e dopo diversi incontri con la maggioranza, è approdata nel consesso pubblico per l’approvazione definitiva.

Le parole dell l’assessore al turismo Raffaele Crepaldi

In merito l’assessore al turismo Raffaele Crepaldi commenta: “Ridurre l’imposta di soggiorno e annullarla per i mesi della cosiddetta “alta stagione” vuole essere un immediato segnale di sostegno e vicinanza alle realtà turistiche locali e un incentivo alla presenza turistica nel nostro territorio, che da quest’anno ha anche ricevuto il riconoscimento della Bandiera Blu, e che dunque può e deve costituire una meta ambita da italiani e non, per l’incredibile biodiversità che la rende unica, e la sua naturale predisposizione ad un turismo responsabile ed ecosostenibile, oggi più che mai da prediligere”. Parliamo di un’imposta istituita nel 2015, dovuta per i pernottamenti che avvengono dall’1 maggio al 15 settembre, nel limite massimo di 15 pernottamenti, anche non consecutivi nella stessa stagione turistica.

“Le mancate entrate della tassa di soggiorno-prosegue l’assessore – fanno sì che le poche risorse che avremo a disposizione per il settore turistico saranno usate per promuovere il territorio, in parte con l’attività portata avanti dall’Ente Parco del Delta del Po, attraverso l’Ogd e in parte investendo nella campagna pubblicitaria che stiamo realizzando in collaborazione con l’Associazione Dei Sindaci del Litorale Veneto”. L’assessore conclude con un commento sulla risonanza avuta negli ultimi giorni con i campi di lavanda di Ca’ Mello: “Ho incontrato Claudio Masiero, proprietario con la moglie Micaela Friso dei campi di lavanda divenuti virali e abbiamo concordato di programmare la promozione della fioritura del prossimo anno con l’ufficio Iat”.

E a proposito di edifici pubblici, l ’assessore Diego Marchesini, di concerto con il dirigente Andrea Portieri, hanno annunciato la fine dei lavori del nuovo centro polifunzionale San Nicolò (nome antico del comune di Porto Tolle)la nuova struttura accoglierà i primi ospiti anziani nel giro di un mese. La casa di riposo, che sarà gestita per i prossimi 40 anni dal consorzio Pass, si estende su un ettaro di terreno, è costata complessivamente 5 milioni di euro, (di cui 4 milioni di euro di fondi privati e circa 1milione di euro il valore del terreno comunale ) è stata costruita per accogliere 50 anziani non autosufficienti, come previsto dai piani di zona dell’ulss 5 Polesana

Guendalina Ferro

Le più lette