Home Rodigino Delta Porto Viro: un piano di rilancio per il turismo

Porto Viro: un piano di rilancio per il turismo

A Porto Viro, presso l’Ente Parco, è stato presentato il Piano di rilancio turistico del Veneto, alla presenza degli assessori regionali Federico Caner e Cristiano Corazzari, delle amministrazioni locali e di molti operatori

Il presidente del Parco Regionale veneto del Delta del Po, Moreno Gasparini, ha sottolineato il cambio di percezione rispetto a una ventina d’anni fa, quando ancora si sparava al cartello del Parco. “Non esistono facili soluzioni per evitare che l’emergenza sanitaria si trasformi in catastrofe economica” ha poi spiegato Corazzari, dipingendo come progetti futuri “un centro per la salvaguardia delle tartarughe marine e il recupero della fauna selvatica che sia punto di riferimento per l’Alto Adriatico”.

È toccato poi a Caner, assessore al Turismo, presentare il piano: “Il Covid ci ha obbligato a mettere 2,3 milioni di euro solo per il primo lavoro integrato di promozione e di storytelling internazionale. I tre presidenti di Veneto, Friuli ed Emilia, senza guardare ai colori politici, si sono trovati per una grande operazione di marketing che è anche la migliore risposta agli spot osceni della Calabria”.

Nel concreto: un accordo triennale per spot sulle tv di Austria, Germania e Svizzera, mercati di riferimento per la costa veneta con il 66% di tutti gli arrivi; un finanziamento ai sindaci del litorale per gli spot a tema ‘I mari della tranquillità’ e in questo senso va il bollino ‘Safe area’ già sui depliant; l’aggancio del Veneto, forte di otto siti Unesco, a Venezia col marchio “Veneto The Land of Venice”. Tre i pilastri del piano: i canali tradizionali (per la maggior parte), quelli digitali (350.000 euro di risorse) e una quota per i marketing influencer. Gli assessori si sono poi spostati a Rosolina Mare, al bagno Perla, per dare il via alla stagione con il taglio del nastro.

Fabio Pregnolato

Le più lette